utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Andreoni (PD): 'Il Cinema Concerto chiude e muore un altro focolaio di cultura'

3' di lettura
4525

Paola Andreoni

Chiude il Cinema Concerto e se ne va un altro pezzetto di cultura. Con le liste Latini Simoncini il centro storico è morto e la cultura non ha goduto assolutamente di trattamenti di favore.

Il cinema Concerto di piazzetta San Giuseppe chiude i battenti. Si spegne così un altro presidio culturale cittadino. Al Cinema Concerto siamo cresciuti tutti. Prima su quelle seggioline di legno poi diventate comode poltrone. Tanti pensieri mi vengono alla mente: i tanti film visti assieme ai miei genitori, con gli amici, Love Story (visto scomodamente in seconda fila), Padre Padrone, L’Albero degli zoccoli, La notte di San Lorenzo, Schindler’s list, La vita è bella, il Gladiatore, Nuovo Cinema Paradiso per ricordarne solo alcuni.

Quanti sentimenti sono nati nel nostro piccolo cinematografo di piazza ? Quante le persone che hanno lasciato la galleria per quelle strette scale asciugandosi gli occhi gonfi di lacrime, e quante quelle che hanno dato il via a lunghi minuti di applausi? Quanti saranno stati i pop corn lasciati sui sedili. Tante domande e tanti pensieri, perché quando chiude un cinema rimangono al suo interno tutte quelle emozioni che solo un film può darti. Dispiace assistere inermi all’ultimo “ciak” del Cinema Concerto perché questo è stato il luogo dove ho imparato ( e come me credo tanti osimani) a conoscere il “Cinema” non solo strumento di divertimento ma anche mezzo di comunicazione, conoscenza e consapevolezza e in alcune occasioni anche luogo di cineforum e di accese assemblee studentesche. Chiude il cinema nella nostra città, si spegne un pezzo di città, un’occasione culturale e di incontro per i nostri giovani ed ora per andare a vedere un film dovremo andare a Castelfidardo o nei “freddi” multisala di Ancona.

Si chiude sotto questa amministrazione Simoncini&Latini “un’altro piccolo focolaio di cultura” e questo non è un caso. Il centro storico di Osimo, ora anche senza cinema, ( e forse senza scuola elementare, ma questo è un altro triste argomento) non sarà che un deserto culturale, una zona morta dal punto di vista intellettuale e sociale. Con tutto quel che ne consegue. Perché per salvare il Cinema l’Amministrazione Simoncini&Latini non ha attivato tutte le energie e le risorse possibili della città ? Sono ben consapevole della crisi che coinvolge i piccoli cinematografi. L’avanzata delle pay-tv, dei film scaricati da internet, dei dvd, hanno dato il colpo di grazia ad una attività, quella dei cinema dei piccoli centri, che ormai non tiene il passo con le multisale e con l’home cinema. Ma i cinema di paese – come il nostro Cinema Concerto- non sono solo una generica attività produttiva come un negozio, ma un centro di aggregazione sociale, per questo l’Amministrazione si deve mobilitare e deve sentire la responsabilità di trovare soluzioni alternative alla chiusura definitiva : collaborazioni, partnership per scongiurare la triste fine di un cinema storico per la città, punto di riferimento per i paesi limitrofi e occasione di incontro e di formazione per i nostri giovani.

A proposito di Cinema, ecco le idee chiare dell’ Amministrazione nel tempo:

”Due Cubi”: cinema, ricovero per anziani, nuova sede dell’Astea Pubblicato il 08/07/2006

Niente Multisala in zona Vescovara, Cinema Concerto non chiude Pubblicato il 29/03/2007



Paola Andreoni

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-08-2010 alle 16:31 sul giornale del 25 agosto 2010 - 4525 letture