utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Cavina (IDV): 'Il progetto della Strada di Bordo era da farsi a nord-ovest'

3' di lettura
885

Se avessimo amministrato noi la città negli anni in cui ne fu decisa la realizzazione, avremmo optato per una collocazione a nord-ovest, zona sicuramente meno popolata che si prestava meglio ad una tangenziale ad alto scorrimento. Oltretutto uno svincolo nei pressi del cimitero avrebbe potuto agevolare tutti quegli osimani residenti al centro o in quella zona che si dirigono verso Ancona senza dover per forza attraversare la città.

Liste Civiche: “Cavina dell’IDV non è d’accordo sulla strada di bordo che Di Pietro (allora Ministro dei Lavori Pubblici) nel maggio 2007 venne di fatto ad inaugurare e che nell’agosto dello stesso fece un incontro con gli amministratori presso il Ministero. Si metta d’accordo con il suo capo, altrimenti da la certezza di fare la sparata solo per dire che esiste politicamente. Cavina stesso afferma che la strada di bordo è ad alto scorrimento e non incrocia le lottizzazioni. Bravo, perché è la verità ed è così che deve essere una tangenziale lo ringraziamo che ci difende da tutte le accuse che la sinistra per anni ci ha riservato affermando che la strada di bordo passa in mezzo alle lottizzazioni”.

IdV: L’ultima volta che le liste civiche hanno affermato che l’IdV di Roma la pensava in maniera diametralmente opposta rispetto all’IdV di Osimo, a proposito della candidatura di Latini nel nostro partito alle Elezioni Regionali, hanno toppato clamorosamente! Se avessero detto la verità ora Latini sarebbe stato non solo consigliere, ma assessore regionale dell’IdV. Evidentemente la lezione non è bastata!!! Fatta questa doverosa premessa, ci teniamo a precisare che una tangenziale che alleggerisca Osimo dal traffico extraurbano di chi transita in direzione Macerata, Ancona, Loreto e Jesi è assolutamente necessaria. A questo proposito preghiamo l’autore dell’articolo delle Civiche di indicare testualmente dove sta scritto nel nostro comunicato che siamo contrari all’opera. Semmai, il problema che abbiamo sollevato, vista la situazione economica, è capire chi se ne accollerà l’onere. Cogliamo l’occasione per dire anche che, se avessimo amministrato noi la città negli anni in cui ne fu decisa la realizzazione, avremmo optato per una collocazione a nord-ovest, zona sicuramente meno popolata che si prestava meglio ad una tangenziale ad alto scorrimento. Oltretutto uno svincolo nei pressi del cimitero avrebbe potuto agevolare tutti quegli osimani residenti al centro o in quella zona che si dirigono verso Ancona senza dover per forza attraversare la città.

Liste Civiche:”Cavina da un verso ci accusa di aver fatto aumentare il traffico per le troppe costruzioni e dall’altro del fatto che ci sono appartamenti vuoti. Consigliamo di mettersi d’accordo con se stesso e in attesa che ciò avvenga comunichiamo che in 10 anni sono state aperte 30 nuove strade oltre ai due stralci della strada di bordo”.

IdV: Per quanto riguarda l’aumento del traffico, non serve che lo diciamo noi, perché è sotto gli occhi di tutti . Volevamo solo segnalare che ciò si è verificato nonostante le molte abitazioni ancora sfitte che, se venissero in futuro occupate, provocherebbero un ulteriore aggravamento della viabilità. A chi si vanta di aver aperto 30 nuove strade facciamo presente che, ad oggi, l’unica via di uscita a nord-ovest è via Roncisvalle di cui tutti conoscono l’inadeguatezza e la pericolosità ! Il fatto poi che si spacci per strada di bordo un pezzo di asfalto realizzato da un privato quale onere di lottizzazione in cambio dell’ennesimo inutile supermercato è veramente il massimo della presunzione e crea false illusioni nei cittadini. Quanti altri supermercati, bitumifici o interessi privati di altro tipo dovremo assecondare per completare l’opera?



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-07-2010 alle 16:39 sul giornale del 27 luglio 2010 - 885 letture