utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > SPETTACOLI
comunicato stampa

Offagna: Feste, è l'ora del fastoso Banchetto medioevale

3' di lettura
1185

Saranno circa 200 i partecipanti all'attesa Cena di giovedì 22. Un Banchetto veramente particolare, dove, fra mille curiosità, si riscoprono atmosfere, magie e suggestioni del mangiare medioevale, un mangiare infarcito da innumerevoli azioni spettacolari che allieteranno i commensali nel contenitore ludico-ricreativo delle Feste.

Come tradizione, la sesta giornata delle Feste medioevali di Offagna, giunte alla ventitreesima edizione, prevede come evento clou il fastoso Banchetto medioevale, in programma giovedì 22 luglio, alle ore 21, nella Piazza della Contesa. Saranno circa 200 i partecipanti all'attesa Cena. Un Banchetto veramente particolare, dove, fra mille curiosità, si riscoprono atmosfere, magie e suggestioni del mangiare medioevale, un mangiare infarcito da innumerevoli azioni spettacolari che allieteranno i commensali nel contenitore ludico-ricreativo delle Feste. Altro aspetto da sottolineare: il valore del colore di ogni cibo che nel Medioevo aveva un ruolo fondamentale. “Accogliente convivio”, questo il titolo del Banchetto medioevale, allestito per salutare il trionfo del Rione vincitore della Contesa della Crescia (Disfida in arme). La ricerca culinaria e la realizzazione del menù medioevale sono curate dal ristorante offagnese “Il Cresciolo”. Durante il Banchetto, tra una portata e l'altra, musici, attori ed artisti intratterranno i commensali, animando la Cena con le loro esibizioni. Questo il menu del banchetto medioevale. Primo servizio : trionfo de fructa nova de la terra de Offania, frictata con mentrasto et culata de porco silvestre, tortino de herbe, radicchio con salsa di formaggi. Secondo servizio: buglione de ciceri at lo profumo de timo et ramerino (rosmarino), lasagne di cacio cum tartufo, et funghi de bosco de Montegallo. Terzo servizio: coscio de porco de lo “balestriere” rostro cum lo aneto (finocchio bastardo) et spezie savorose, lepus (lepre) in armonia de erbe et spezie (salmì). Quarto servizio: crescia con foja. Quinto servizio: dolce della Contesa, moretum delitia de lo palato, pera a la crema dolze de zuccaro cotto (caramellata). Questo il programma della serata: ore 19, Piazza del Maniero, esibizione di falchi in volo, a cura di Alessandro Vicini; ore 19.30, Scalinata del Torrione, “L'angolo della fantasia”, spettacolo dei burattini: “La Mafalda innamorata”, a cura della Compagnia I Zugolari; ore 20.30, apertura Mostre; ore 20.45, alle porte del Borgo “Musica e poesia accolgon Te visitator che giungi su questa via”; ore 21, Chiesa SS. Sacramento, l'Amleto di William Shakespeare; ore 21, Piazza della Contesa, “Accogliente convivio”, fastosa Cena medioevale; ore 21.15, Piazza del Maniero, “Te lo do io il Medioevo”, a cura dei Clerici Vagantes, giullari dalle mille risorse e dalla lingua tagliente incantano un pubblico divertito; ore 22, Piazza del Balestriere, esibizione Piccoli danzatori medioevali “Vi accogliam danzando”, a cura di Silvia Gambini; ore 22.30, Piazza del Maniero, “Sacrosanta verità”, spettacolo teatrale: la locandiera di un'ambigua taverna tiene in scacco le vite dei suoi avventori, regia di Adriano Ferri, consulenza artistica di Luigi Moretti; dalle 21 alle 24, Parco della Rocca, campo d'arme e scene di vita medioevale, a cura della Compagnia di Avalon: abilità e destrezza nel tiro con l'arco, a cura degli Infusio Vulgaris; dalle 21 alle 24, animazione di strada, a cura di menestrelli, giocolieri e mangiafuoco.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-07-2010 alle 19:02 sul giornale del 22 luglio 2010 - 1185 letture