utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Cappanera (SLT): 'Muzio Gallo, lavori per il Parco non più sostenibili'

2' di lettura
757

Invito l’opportunista consigliere Andreoni a partecipare alle assemblee che organizziamo sul Muzio Gallo per spiegare ai cittadini cosa c’era di sbagliato nella Mozione. Coesi Cardinali e Bernardini del PD, nell’affermare che non serve partecipare alle “non concrete e inconcludenti” assemblee pubbliche e che i Consiglieri Comunali che partecipano lo fanno solo per farsi “belli” di fronte alla cittadinanza. Complimenti!

Nell’ultimo Consiglio Comunale si è discussa un’importante mozione, proposta dal sottoscritto e dal capogruppo Lucchetti che riguardava l’ex nosocomio Muzio Gallo.

La mozione (in allegato come emendata) impegna l’Amministrazione Comunale ad “avviare le più opportune azioni, per sollecitare la ASUR e la Regione Marche, affinché si sbocchi immediatamente la situazione di stallo dei lavori tenuto conto che il Muzio Gallo è un bene pubblico e sottoposto a vincoli di utilizzo e cessione”.

Di seguito la cronistoria dei recenti avvenimenti sulla vicenda. A giugno 2010, uscito il piano delle alienazioni della ASUR, si è visto ufficialmente che il Muzio Gallo è stato inserito tra i beni alienabili (e quindi in via di cessione) della ASUR: sempre di lì a poco, la Lega del Filo d’Oro ha presentato il progetto della nuova sede in via Linguetta che però, ad opinione degli addetti ai lavori, può essere alternativo al RSA al Muzio Gallo.

Di fatto si apprende dall’Amministrazione Comunale, che ha già preso contatti con i vertici della ASUR e della Regione, al fine di fissare un incontro che potrebbe portare, a breve, ad una risoluzione definitiva dell’annosa vicenda, almeno per ciò che concerne la destinazione d’uso del bene.

In merito alla proposta del PD di impegnare l’Amministrazione a manutentare il parco del Muzio Gallo, ho personalmente risposto e spiegato che questi lavori (fatti oramai più di 2 anni fa) non sono più sostenibili da parte dell’Amministrazione Comunale per i problemi inerenti le stringenze del patto di stabilità (parliamo di una cifra annua superiore a 50.000 euro per circa 7 ettari di bosco) e che la ASUR, in procinto di cedere il bene, non se ne farebbe in nessun modo carico. Quindi, l’unica opportunità che abbiamo per riportare al suo originario splendore il parco, è trovare una via per la struttura, così come chiedeva la mozione.

Invito l’opportunista consigliere Andreoni a partecipare alle assemblee che organizziamo sul Muzio Gallo per spiegare ai cittadini, cosa c’era di sbagliato nella Mozione (vedi dichiarazioni sul sito del Comune di Osimo). Coesi Cardinali e Bernardini del PD, nell’affermare che non serve partecipare alle “non concrete e inconcludenti” assemblee pubbliche e che i Consiglieri Comunali che partecipano lo fanno solo per farsi “belli” di fronte alla cittadinanza. Complimenti!





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-07-2010 alle 15:09 sul giornale del 20 luglio 2010 - 757 letture