utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Castelfidardo: comincia l'opera di demolizione della strozzatura Fornaci

2' di lettura
915

Fino al 2 agosto (intervallo lungo il quale la ditta Fineco ha avuto autorizzazione di lavorare con orari quasi non stop per accelerare le operazioni), sarà sospesa la circolazione nelle vie Rossini e Verdi nel tratto occupato dal cantiere.

«E’ un momento importante per la città e per questa Amministrazione. Dopo decenni di tentativi infruttuosi, si realizza finalmente un’opera che darà ossigeno ai residenti, alla viabilità e alla sicurezza, riqualificando l’intera zona. Chiediamo scusa in anticipo per gli inevitabili e temporanei disagi che anche in questa circostanza il cantiere andrà a procurare, ma si sta effettuando un intervento storico, che darà un volto nuovo, migliore e più moderno a Castelfidardo». Dopo un lungo iter che ha visto il Comune impegnato in maniera diretta nell’intermediazione fra i soggetti privati, il Sindaco Mirco Soprani può annunciare l’avvio del piano di recupero della cosiddetta strettoia delle Fornaci, l’ “imbuto” di via Rossini ove sono aumentati esponenzialmente nel tempo i problemi ambientali a causa dell’elevato transito e delle code nelle ore di punta. I lavori di demolizione - e successiva ricostruzione - degli edifici adibiti a civile abitazione che attualmente limitano le dimensioni della carreggiata, avranno inizio lunedì 19. Fino al 2 agosto (intervallo lungo il quale la ditta Fineco ha avuto autorizzazione di lavorare con orari quasi non stop per accelerare le operazioni), sarà sospesa la circolazione nelle vie Rossini e Verdi nel tratto occupato dal cantiere. Il Comando di Polizia Locale raccomanda di attenersi scrupolosamente alla segnaletica approntata in loco, in virtù della quale i mezzi (ad eccezione degli autotreni ed autoarticolati), potranno transitare in alternativa in via Rota, Cilea, Verdi, Puccini, Dominici, Perosi per la direzione Fornaci/Crocette e in via Cimarosa e Coletta verso Fornaci/centro. In tali percorsi sarà ovviamente vietata la sosta; di contro, i residenti potranno circolare nel tratto interdetto di via Rossini e Verdi fino al limite del cantiere stradale; è inoltre sospeso il divieto di transito ai non residenti in via Catalani. Non ci saranno invece conseguenze sulle corse delle linee pubbliche: i percorsi alternativi concordati con le società di trasporto, permettono di non “saltare” alcuna fermata. La riapertura del senso unico è prevista dopo venti giorni; a metà di agosto, verrà ripristinato il doppio senso di circolazione e approntato un primo tratto di marciapiede a tutela dei pedoni. La “strettoia” verrà ampliata fino alla larghezza di 6 metri, dotata di un marciapiede di 1,20 mq e di un parcheggio pubblico; nel contempo verrà adeguato il sistema fognario e di pubblica illuminazione.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-07-2010 alle 15:34 sul giornale del 19 luglio 2010 - 915 letture