Vicenda Astea, a che titolo parla il coordinatore del PDL?

1' di lettura 28/06/2010 -

In data 17 Giugno u.s. il socio privato di Astea Consorzio GPO di Genova ha comunicato alla multitility osimana, il proprio recesso dalla società, motivando la decisione con il venir meno, a suo dire, dell’attribuzione dei compiti operativi connessi alla gestione dei servizi.



In data 17 Giugno u.s. il socio privato di Astea Consorzio GPO di Genova ha comunicato alla multitility osimana, il proprio recesso dalla società, motivando la decisione con il venir meno, a suo dire, dell’attribuzione dei compiti operativi connessi alla gestione dei servizi. Il coordinatore comunale del PdL Giovanni Strologo, improvvisato portavoce del socio privato avrebbe affermato che dietro la decisione di GPO si celerebbe in realtà il dissenso nei confronti della scelta operata dai soci pubblici sulla figura dell’attuale Amministratore Delegato. Dal momento che nessuna comunicazione ufficiale, al proposito, risulta pervenuta al Comune di Osimo e agli altri soci, sorgono spontanee alcune domande: è vero quanto affermato dal sig. Strologo? E a quale titolo o in virtù di quale investitura da parte di GPO, il coordinatore comunale del PdL può parlare? L’assemblea dei soci Astea ha posto in essere ogni iniziativa affinchè non vi fossero i presupposti per sostenere la tesi di un giustificato diritto di recesso. In ogni caso al Comune di Osimo risulta che le istanze del GPO, rappresentate dalla facoltà di nomina del direttore generale (e non dell’amministratore delegato) ed il diritto di veto in assemblea per questioni strategiche di governance dell’azienda, siano state accolte con le ultime modifiche statutarie.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-06-2010 alle 14:57 sul giornale del 29 giugno 2010 - 657 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, astea, giovanni strologo, Comune di Osimo, pdl

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/BN





logoEV