utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

La sfilata moda Isis-Confartigianato tra turismo e sviluppo del territorio

2' di lettura
777

Le studentesse del corso moda dell’ISIS Osimo hanno sfilato in Piazza Boccolino con gli abiti da loro realizzati sotto la guida dei maestri di Confartigianato. Le auto d’epoca dell’Autoclub Luigi Fagioli hanno fatto da corteo. Targa alla memoria di un grande sarto di Osimo, premiato alla presenza del Sindaco Simoncini il presidente degli artigiani Mario Baffetti.
 

Le studentesse del corso moda dell’ISIS Osimo hanno sfilato in Piazza Boccolino con gli abiti da loro realizzati sotto la guida dei maestri di Confartigianato. Le auto d’epoca dell’Autoclub Luigi Fagioli hanno fatto da corteo. Targa alla memoria di un grande sarto di Osimo, premiato alla presenza del Sindaco Simoncini il presidente degli artigiani Mario Baffetti Promuovere lo sviluppo economico basato sul territorio è un investimento strategico, soprattutto in un momento di crisi come quello attuale. L’ attivazione di meccanismi virtuosi e di condizioni di sviluppo diventa quindi fondamentale e può avvenire attraverso la creazione di sinergie forti, capaci di creare collaborazioni che valorizzino il luogo, la cultura, le produzioni. Sono state le auto d’epoca dell’Autoclub Luigi Fagioli a trasportare in Piazza Boccolino ad Osimo le modelle che hanno sfilato sul palco allestito a fianco della Fontana della Pupa per l’annuale défilé dell’ISIS. La sfilata è il coronamento di un percorso formativo che ha visto impegnate nel corso dell’anno scolastico le studentesse del corso moda assieme ai maestri artigiani di Confartigianato esperti nelle tecniche della sartoria e della confezione di vestiti. Un’esperienza di scuola e bottega promossa da tempo dalla Confartigianato. Le giovanissime studentesse hanno appreso e sperimentato tutte le fasi che portano dalla materia prima al prodotto finale. Schizzi, bozzetti, progetti, la scelta del tessuto più opportuno, la lavorazione, la confezione dell’abito.

Sono state infatti proprio le studentesse a diventare modelle per una sera. La manifestazione è stata intervallata da momenti di musica, spettacolo e dall’assegnazione di alcuni riconoscimenti che la Confartigianato ha voluto conferire a: Mario Baffetti presidente della Confartigianato di Osimo per l’impegno in favore del tessuto produttivo locale, alla maestra artigiana Lorenza Casavecchia che ha seguito le ragazze del corso moda nella realizzazione dei capi, alla memoria dello storico sarto osimano Paolo Giovanni Mannino. Presenti alla cerimonia il presidente e il segretario della Confartigianato provinciale di Ancona Valdimiro Belvederesi e Giorgio Cataldi, il Sindaco di Osimo Stefano Simoncini e l’assessore provinciale alla formazione Maurizio Quercetti, il dirigente scolastico Isis Giovanni Giri. La cerimonia è stata preceduta nel pomeriggio dalla visita alla villa del conte Dittaiuti che ha aperto le porte della sua dimora storica per permettere alla delegazione di imprenditori di Confartigianato ( presenti anche il Sindaco Simoncini , il vicesindaco Pirani, il consigliere regionale Dino Latini) di ammirare il museo privato delle armi e della ceramica.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-06-2010 alle 17:56 sul giornale del 25 giugno 2010 - 777 letture