utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Alessandrini (PDL): 'Necessarie scelte coraggiose per il centro storico'

3' di lettura
3107

Rivitalizzare il centro storico: credo che con le proposte della Confcommercio e quella del Sindaco Simoncini, probabilmente, si potrebbe imboccare la giusta via; anche se, per rilanciare “la vasca” o “lo struscio” e riportare i giovani in centro, non sarà sufficiente lo “wi–fi” o qualche arredo migliore. Ci vorranno scelte più coraggiose e io, per esempio, suggerisco quella di riportare le scuole nel cuore pulsante della nostra città.

Dopo mesi – forse, anni - di totale disinteresse per il centro storico, ad esclusione di qualche “dichiarazione e/o evento – spot”, con molto piacere, noto che l’Amministrazione Comunale sembra voler affrontare il problema in maniera seria; o che, almeno, ci prova. Purtroppo, le politiche comunali di questi ultimi anni, in primis quelle urbanistiche, sono state incentrate sulla crescita delle periferie e, in molti casi, lo sviluppo urbanistico è stato inadeguato; forse, addirittura esagerato per non dire sconsiderato! Difatti, ritengo che “mescolare” palazzoni di cemento e abitazioni con villette e fabbriche – come, per esempio, avvenuto nelle frazioni di Casenuove e Campocavallo - non sia stata una scelta valida e lungimirante, anche perché è sotto gli occhi di tutti che, oggi, nel panorama osimano si stagliano molti canteri aperti ed incompiute, che non si sa quando riprenderanno o verranno terminate. Comunque, e ritornando al centro storico, credo che con le proposte della Confcommercio e quella del Sindaco Simoncini, probabilmente, si potrebbe imboccare la giusta via; anche se, per rilanciare “la vasca” o “lo struscio” e riportare i giovani in centro, non sarà sufficiente lo “wi–fi” o qualche arredo migliore. Ci vorranno scelte più coraggiose e io, per esempio, suggerisco quella di riportare le scuole nel cuore pulsante della nostra città.

Mi riferisco alle superiori e, in particolare, ai licei; ciò, a mio modesto avviso, creerebbe un virtuoso flusso di giovani non solo nelle ore mattutine, ma anche in quelle pomeridiane, a seguito delle attività extra-scolastiche fuori orario che molti istituti praticano. Anche se non conosco ciò che sta bollendo in pentola circa eventuali alienazioni, l’idea potrebbe esser quella di ristrutturare la scuola Bruno da Osimo (Ex Santa Lucia) trasferendoci i Licei Classico e Scientifico; nelle attuali sedi dei Licei, viceversa, potrebbero esser trasferiti gli alunni delle scuole medie le quali, vicino alle elementari, rappresenterebbero un vantaggio, anche in termini di comodità, per i genitori che accompagnano a scuola i propri figli. Tutta l’operazione potrebbe esser finanziata con l’alienazione della scuola Caio Giulio Cesare, al posto della quale potrebbe sorgere un piccolo complesso residenziale in una zona semi centrale e tranquilla. I ragazzi dei Licei, più autonomi, farebbero tornare il nostro centro storico “in vita”, perché potrebbe esser raggiunto, non solo per andare a scuola, ma per frequentarlo a 360 gradi. Non governando questa città, non so se, quand’anche condivisa, questa mia idea potrebbe trovare un’effettiva realizzazione ma, al di là di tutto, mi piace poterla sottoporre all’attenzione dei miei concittadini, degli amici lettori e della Giunta Comunale, anche se, per la valutazione di quanto sopra esposto, non si potrebbe prescindere dall’apertura di un tavolo di discussione anche con l’Ente Provincia che potrebbe tranquillamente e serenamente dialogare con l’attuale maggioranza osimana che ci amministra.

Alessandro Alessandrini (PDL Osimo)



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-06-2010 alle 17:05 sul giornale del 25 giugno 2010 - 3107 letture