utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Società partecipare, il PDL sta lavorando a una mozione

2' di lettura
838

Di fondamentale importanza saràl’impegno dei consiglieri comunali Damiano Pirani e Luciano Secchiaroli, i quali, nel solco tracciato dall’etica manovra finanziaria del ministro Tremonti, si adopereranno, secondo quanto concordato con il coordinamento, per contrastare le criticità delle società partecipate.

Coordinamento comunale, gruppo consiliare, militanti e simpatizzanti del PDL di Osimo stanno alacremente lavorando, compatti ed uniti, alla ricerca di possibili soluzioni per le società partecipate, al fine di salvaguardare il posto di lavoro dei dipendenti, senza perder di vista i servizi alla collettività e la competitività richiesta dal mercato. Di fondamentale importanza sarà, pertanto, l’impegno dei consiglieri comunali Damiano Pirani e Luciano Secchiaroli, i quali, nel solco tracciato dall’etica manovra finanziaria del ministro Tremonti, si adopereranno, secondo quanto concordato con il coordinamento, per contrastare le criticità delle società partecipate. La mozione, già presentata dall’amico Damiano Pirani e finalizzata alla creazione di un tavolo tecnico politico, in nome dell’efficienza, della concorrenzialità e della trasparenza, avrà lo scopo di far sì che venga definitivamente arrestata l’emorragia della lievitazione dei costi, del moltiplicarsi degli sprechi, della caduta nella qualità dei servizi e delle logiche clientelari. Ricordiamo, difatti, che la manovra finanziaria prevede, per Comuni come quello di Osimo, la liquidazione o la vendita delle partecipazioni, il che non significa ”chiudere” e ”mandare a casa i dipendenti”, poiché i servizi rimangono comunque pubblici e non privatizzati, mentre l’amministrazione comunale avrà il compito di controllarne la gestione per garantire la qualità. Sarà solo l’affidamento, a soggetti privati o pubblici che avverrà tramite gara di appalto e ciò consentirà di attivare un virtuoso meccanismo di concorrenza a vantaggio della collettività. Tra la gente, nelle case e nelle piazze, è questo il messaggio che stiamo portando e che, in consiglio comunale arriverà amplificato da coloro che, in detto consesso, rappresentano il nostro megafono. Quella del Popolo della Libertà e del proprio Gruppo Consiliare è stata, è e sarà un’opposizione costruttiva ma, allo stesso tempo, ferma ed intransigente affinché arrivi chiaro il messaggio che tra il nostro partito e le liste civiche non esistono fili conduttori bensì elettrici ed a rischio di scossa.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-06-2010 alle 17:37 sul giornale del 22 giugno 2010 - 838 letture