utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > LAVORO
comunicato stampa

Latini (API): 'Serve una legge per il personale dei Giudici di Pace'

2' di lettura
872

Dino Latini

Il Consigliere regionale  Dino Latini di Alleanza per l’Italia chiede una legge regionale per superare il problema del personale comandato presso gli Uffici del Giudice di Pace

“Il problema del personale comandato presso gli Uffici del Giudice di Pace di Osimo, Recanati, Macerata e Civitanova Marche, può essere risolto con un intervento di carattere legislativo ad opera della Regione Marche.” A chiederlo è il Consigliere regionale dell’API, Dino Latini, che su questo argomento ha presentato una interrogazione al Presidente Spacca nella quale chiede alla Regione di farsi carico del problema legato al mancato rinnovo dei comandi del personale assegnato agli Uffici del Giudice di Pace dei Comuni di Osimo, Recanati, Macerata e Civitanova Marche. “La situazione è tale da aumentare di giorno in giorno il disagio e la non giusta funzionalità di questi Uffici. – afferma Latini – In questo modo si stanno creando serie difficoltà per i Comuni, che come è noto dovendo rispettare la programmazione ed i piani di stabilità si vedono a dover riprendere le persone comandato con problemi di imputazione della spesa nei bilanci, e per tutta la comunità che a questi Uffici si rivolge per risolvere i propri quesiti.”

L'art. 116, 2° comma della Costituzione prevede che la Regione ha la potestà in materia dei Giudici di Pace e può quindi disciplinare con la legge l' organizzazione dei detti uffici per quanto concerne i locali, l'utilizzazione del personale e contribuire a risolvere le posizioni dei comandati anche distribuendo meglio le risorse tra gli enti territoriali. E in questa direzione si è già mossa la Regione trentino Alto Adige che ha trattato la questione con un accordo di programma sottoscritto con il Ministero della Giustizia. Considerato poi che dal punto di vista del federalismo fiscale la Regione potrebbe riservare a se il contributo unificato avendo disciplinato la materia: “una legge regionale sarebbe il mezzo più idoneo a risolvere questo problema – conclude Latini –. Non dimentichiamo che gli Uffici dei Giudici di Pace contribuiscono a definire in sede nazionale circa un milione e mezzo di fascicoli alleggerendo la macchina giudiziaria in maniera consistente. Una legge sarebbe il volano anche per le altre regioni e porterebbe le Marche ad essere un efficiente apripista in questo ambito.”



Dino Latini

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-06-2010 alle 18:08 sul giornale del 17 giugno 2010 - 872 letture