utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

PD: Caso Accenture, perché Latini tace?

3' di lettura
790

Partito Democratico

Chiediamo a Latini per quale motivo si è fatto eleggere in Consiglio Regionale se davanti a un fatto così grave che accade nella “sua” città non azzarda neanche un commento, un atto solidaristico?

Titoli a quattro colonne da mesi sui quotidiani, interviste radiotelevisive in merito, blocco della statale, blocco dei mezzi di trasporto da e verso il deposito SMA di Osimo,dimostrazioni plateali durante le inaugurazioni di nuovi supermercati, interventi pesanti della Regione Marche, della Provincia di Ancona, a partire dallo stesso Presidente Spacca, fino agli assessori regionali Badiali e Lucchetti, provinciale Quercetti, agli interventi specifici dei consiglieri regionali Giancarli (Jesi) e Zinni (Ancona, PDL). E il “nostro” (si fa per dire) consigliere regionale osimano Latini ? Tace.

Durante questi quattro mesi di sofferenza delle maestranze della Accenture BPO di Osimo, azienda leader nazionale nel settore della amministrazione computerizzata con sede nell’immobile ex Migliarini dell’Aspio, si sono mossi comuni assessori, consiglieri delle zone limitrofe di entrambi gli schieramenti che poco avevano a che fare con questa vicenda.

E quello “strano consigliere” che si fece eleggere per rappresentare gli interessi della zona che fa? Non ha altro da fare che tacere. Abbiamo sempre urlato la necessità che questo territorio venga “appropriatamente” rappresentato. Avevamo ragione. Continuiamo ad avere ragione.

Latini e le sue liste hanno chiesto il mandato agli osimani per rappresentarli in Provincia. Pur eletto se n’è andato, e si è dimissionato anche il suo sostituto Simoncini, e chi è rimasto al loro posto ha senza dubbio delle capacità politiche purtroppo rimaste inespresse non per merito d’altri. Il risultato non é comunque diverso: tace anch’egli.

Tornando al “nostro”(si fa per dire) consigliere regionale osimano Latini, serve alla città avere questo rappresentante se di fronte ad un evento eccezionale come la perdita di decine di posti di lavoro nel “suo” territorio tace?

Quali sono gli argomenti che dovremmo suggerirgli per farlo interessare alla nostra città?

E soprattutto chiediamo a Latini per quale motivo si è fatto eleggere in Consiglio Regionale se davanti a un fatto così grave che accade nella “sua” città non azzarda neanche un commento, un atto solidaristico?

Poco tempo fa, sui mega manifesti apparsi per Osimo, le liste latiniane scrivevano che nonostante il PD fosse uscito dalle elezioni come primo partito, ad andare in Regione erano loro. Andare in Regione per fare cosa, a questo punto, è un mistero!

Non accampi scuse Latini per essere venuto meno al suo ruolo di rappresentante degli interessi locali: non c’è giustificazione di sorta.

Il PD osimano ha invece assunto una posizione responsabile nella questione coinvolgendo i propri rappresentanti regionali, anche se non osimani, ma che pure hanno diversamente dimostrato interesse alla vicenda, e rilasciando dichiarazioni di sostegno alla lotta attraverso la stampa locale.

Il PD osimano si pone quindi all’attenzione dei cittadini come il vero referente delle loro istanze verso le istituzioni regionali e provinciali. Questo perché gli osimani abbiano una rappresentanza attiva e concreta negli eletti del PD, indipendentemente dalla loro provenienza ma comunque solidali e capaci di farsi carico dei problemi della nostra città.



Partito Democratico

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-06-2010 alle 14:02 sul giornale del 14 giugno 2010 - 790 letture