utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Lampa (PRC): 'Via Sogno, silenzio gravissimo delle forze politiche'

2' di lettura
3314

Roberto Lampa, segretario del circolo osimano di Rifondazione Comunista, denuncia il silenzio di maggioranza e opposizione sul caso della via dedicata a Edgardo Sogno, oscurata una settimana fa dai militanti del Prc in occasione della Festa della Repubblica.

Se ne sono accorti tutti, tranne le forze politiche presenti in consiglio comunale. Se ne sono accorti soprattutto alcuni residenti di via Sogno, che dopo la nostra denuncia si sono recati spontaneamente dal sindaco Simoncini, che ci è stato descritto palesemente nervoso e irritato, per chiedere il cambio di nome della via. Nonostante ciò, maggioranza e opposizione, Liste civiche e Pd, continuano a far finta di nulla: sono altri i problemi che li interessano e, guarda caso, hanno sempre a che vedere con la lotta per le poltrone e mai con la Politica di servizio verso i cittadini e le istituzioni democratiche”. Così Roberto Lampa, segretario del circolo osimano di Rifondazione Comunista, denuncia il silenzio di maggioranza e opposizione sul caso della via dedicata a Edgardo Sogno, oscurata una settimana fa dai militanti del Prc in occasione della Festa della Repubblica.

“Questo silenzio, soprattutto da parte del Pd e delle forze di sinistra che siedono in consiglio comunale – continua Lampa – è molto grave, perché dimostra superficialità e scarsa sensibilità alla gravissima iniziativa revisionista dell’amministrazione comunale che, da tempo, anziché rispondere ai bisogni delle famiglie osimane, si diletta a dedicare le nuove vie della città a fascisti, monarchici e golpisti vari.”. “A questo punto – conclude – non ci resta che agire nella sola via concessaci. Affianco ad altri possibili atti di disobbedienza civile, annunciamo che daremo presto il via ad una raccolta di firme per cambiare, anzitutto, il nome di via Edgardo Sogno e per proporre l’immediato insediamento di una commissione consiliare toponomastica (a costo zero, s’intende), aperta ad esperti e associazioni della società civile, prima fra tutte l’Anpi, che sia incaricata da qui in avanti di discutere e decidere i nomi delle vie, per dare loro una maggiore congruenza con la storia democratica di Osimo ”.


ARGOMENTI

Da PRC Osimo

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-06-2010 alle 16:10 sul giornale del 09 giugno 2010 - 3314 letture