utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Andreoni (PD): 'Il Comune non fa più niente?' Le famiglie osimane si interrogano

4' di lettura
1764

Paola Andreoni

Questa la vera politica delle Liste Civiche: quella dei proclami. Al di là dei vincoli del Patto di Stabilità (che il Partito Democratico a livello locale e Nazionale sta criticando in quanto va a mortificare l’attività dei Comuni), la responsabilità dell’Amministrazione Osimana  che abbiamo sempre denunciato è quella di non agire cercando di ridurre le spese comprimibili.

Sta arrivando nelle case dei cittadini osimani un volantino spedito dall’Amministrazione Comunale (con costi a carico dei cittadini ) in cui il sindaco Simoncini tenta di giustificare perché il Comune “non fa niente”. Questa è infatti la percezione diffusa fra gli osimani dopo un anno di amministrazione delle liste Simoncini&Latini.
Per giustificare tutto ciò viene chiamato in causa il patto di stabilità deciso dal Governo nazionale di centro destra che con i limiti imposti ha messo in difficoltà i Comuni.
Di fronte a questa situazione tanto grave, l’Amministrazione annuncia che provvederà a ridurre i compensi per gli amministratori comunali per liberare risorse economiche da destinare al sociale. Nobile gesto condivisibile.


Purtroppo però va detto che i soldi per Sindaco ed Assessori, come stanziati da Bilancio, ammontavano nel 2009 a € 143.465,17 mentre nel 2010 tale importo è stato aumentato a € 165.000,00. Vale a dire che le spese per i costi della politica osimana per Assessori e Sindaco sono stati dalle liste Simoncini&Latini in un primo momento aumentati del 15% e ora arriva l’eclatante annuncio di un taglio del 10%.
Questo il dettaglio stralciato dal Bilancio di Previsione 2010

Descrizione voce del Bilancio Esercizi precedenti Anno 2009 Anno 2010
Indennità di carica degliAmministratori Comunali € 138.000,00 € 143.465,17 € 165.000,00

Questa la vera politica delle Liste Civiche: quella dei proclami.
Al di là dei vincoli del Patto di Stabilità (che il Partito Democratico a livello locale e Nazionalesta criticando in quanto va a mortificare l’attività dei Comuni), la responsabilità dell’Amministrazione Osimana che abbiamo sempre denunciato è quella di non agire cercando di ridurre le spese comprimibili.

Ad esempio:
1) L’amministrazione delle liste Simoncini&Latini alla guida della città ha in essere n° 34 utenze di telefonia cellulare con il gestore Telecom;
2) L’amministrazione delle liste Simoncini&Latini alla guida della città spende in questo anno di crisi, per un incarico per la “valutazione del capitale sociale delle società partecipate “ € 25.000,00;
3) L’amministrazione delle liste Simoncini&Latini alla guida della città spende in questo anno di crisi, per ottenere un secondo parere sul cambiamento dello Statuto dell’Astea, circa € 5.000,00;
4) L’amministrazione delle liste Simoncini&Latini alla guida della città invece di ridurre i costi della politica amplia lo staff del sindaco ( organismo prettamente politico di cui la cittadinanza potrebbe fare a meno ) conferendo un incarico per “migliorare la propria comunicazione mediatica”;
5) L’amministrazione delle liste Simoncini&Latini alla guida della città per finanziare le alte spese correnti del Bilancio, in un anno particolare di sofferenza dei redditi delle famiglie e difficoltà per le imprese, non diminuisce la pressione fiscale mantenendo l’addizionale Irpef al più alto livello possibile corrispondente allo 0.8%. Aliquota raddoppiata nel 2007 per volontà dell’ex sindaco Latini;
6) L’amministrazione delle liste Simoncini&Latini alla guida della città, in un anno particolare di sofferenza dei redditi delle famiglie e difficoltà per le imprese, aumenta in modo generalizzato tutti i servizi comunali e aumenta la Tariffa Rifiuti del 28 %;
7) L’amministrazione delle liste Simoncini&Latini alla guida della città per propagandare la riduzione del 10% dei compensi di Sindaco e Giunta dopo averla aumentata del 15%, spende soldi pubblici per un volantino a colori che invia alle 11.000 famiglie osimane;
…….e la lista potrebbe continuare

Il Partito Democratico di Osimo, ritiene che anche il Comune di Osimo, in questa difficile situazione economica nazionale, può fare la sua parte, agendo attraverso una rinnovata politica di Bilancio – basata sulla riduzione di spese correnti inutili e sull’eliminazione di sprechi – per non gravare sulle famiglie e sulle attività economiche osimane, liberando realmente così risorse da mettere a disposizione per iniziative sociali.



Paola Andreoni

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-06-2010 alle 11:11 sul giornale del 07 giugno 2010 - 1764 letture