utenti online

Castelfidardo: Presentato il libro: 'Sulle ali della musica' dell’I.C. Soprani

3' di lettura 28/05/2010 -

Il Salone degli Stemmi ha ospitato la presentazione del volume “Sulle ali della musica”, realizzato dall’I.C. Soprani per festeggiare l’attività dell’ indirizzo di studio musicale che dal 1980 ad oggi ha permesso a quasi mille ragazzi di incontrare e sviluppare l’arte.



Trent’anni di tradizione d’altissima qualità valgono certamente una celebrazione ufficiale ed un lavoro che ne ripercorra l’ispirazione, la storia e i protagonisti: il Salone degli Stemmi ha ospitato ieri la presentazione del volume “Sulle ali della musica”, realizzato dall’I.C. Soprani per festeggiare l’attività dell’ indirizzo di studio musicale che dal 1980 ad oggi ha permesso a quasi mille ragazzi di incontrare e sviluppare l’arte. Un corso adulto nell’esperienza maturata – come ha sottolineato il dirigente scolastico Annunziata Brandoni – ma ancora giovane nella passione e nell’entusiasmo di alunni ed insegnanti: riassumerne le trentennali vicende è stata un’opera lunga e laboriosa, ma i contenuti che emergono e la bella veste grafica realizzata dalla dott.ssa Lucia Tarchi della W2 edizioni per i tipi della Tecnostampa, rende onore a quanti si sono impegnati in questa “impresa”. La sperimentazione prese avvio grazie alla tenacia dell’allora preside Lucia Vinci Scarnà, che ebbe l’intuizione di colmare una lacuna e un paradosso del territorio fidardense: notissima in tutto il mondo per la fisarmonica, la città non aveva ancora una cultura collegata al contesto socio-economico.

L’autorizzazione ministeriale ottenuta nell’80 diede impulso ad una crescita di cui si sono raccolti i frutti nel tempo, come rimarcato dal Sindaco Mirco Soprani. Sono cinque gli strumenti che nella mitica sezione D gli studenti hanno imparato e imparano a suonare - pianoforte, flauto, chitarra, violino, fisarmonica) accettando un’integrazione all’orario curriculare che consente loro di seguire lezioni individuali e di ensemble: oggi come allora, l’ammissione (a fronte di numerosissime richieste) avviene tramite un test attitudinale secondo un criterio che il coordinatore prof. Angelini definisce di “comprensione” del talento. E di talenti, l’I.C. Soprani ne ha sfornati tanti, che hanno poi intrapreso la strada dei Conservatori, dato vita a bellissimi gemellaggi (nell’occasione era presente l’orchestra tedesca di Trier) e che si sono esibiti in prestigiosi palcoscenici. In questi giorni, ad esempio, le iniziative del 30ennale hanno visto le orchestre delle varie classi di scena in un concerto cameristico a Castelfidardo, nella cerimonia di gala al Pala Congressi di Loreto e giovedì prossimo (3 giugno) all’Astra per la serata della Cna in collaborazione con l’associazione “7 note per Castelfidardo” che riunisce gli ex alunni permettendo loro di continuare a suonare in un ensemble. La passione per la musica sfonda ogni confine. Giulietta Breccia (preside dal 1994-’95 al 2000/2001) ha esportato l’esperienza ad Ancona tanto che a settembre partirà al Rinaldini la prima classe del liceo musicale: 18 ore di discipline generali, 14 musicali per dare sollecitazioni culturali di primissimo livello a quanti aspirano ad una carriera artistica.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-05-2010 alle 16:24 sul giornale del 29 maggio 2010 - 1237 letture

In questo articolo si parla di attualità, castelfidardo, Comune di Castelfidardo





logoEV
logoEV