utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Andreoni (PD): 'La nascita di Rete Imprese è un buon segnale'

1' di lettura
571

Paola Andreoni

Il gruppo del Partito Democratico di Osimo plaude alla decisione di Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato, Cna, Casartigiani di allearsi in "Rete Imprese Italia", nuovo soggetto che rappresenterà più di due milioni di imprese del commercio e dell'artigianato. 

Il gruppo del Partito Democratico di Osimo plaude alla decisione di Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato, Cna, Casartigiani di allearsi in "Rete Imprese Italia", nuovo soggetto che rappresenterà più di due milioni di imprese del commercio e dell'artigianato. Come capogruppo del PD Osimano, auspico con la nascita di Rete Imprese Italia una visione unitaria che semplifica il quadro della rappresentanza delle professioni, rafforzandole nei rapporti con le Istituzioni. I benefici di questa intesa saranno visibili anche in Comune e in tutti gli organi istituzionali , con un maggior peso di coloro che tutti i giorni si mettono in gioco nella piccola impresa.


Noi Democratici, riconoscendo l'importanza fondamentale di artigiani e commercianti nello sviluppo economico sociale del territorio, siamo al lavoro dalle file della minoranza per risolvere i loro problemi e pronti ad ascoltare le loro proposte: dai problemi del centro storico, alla articolazione della rete commerciale, al sostegno alla piccola imprenditoria locale, alla valorizzazione delle botteghe artigianali, ai problemi arrecati alle imprese dai costanti aumenti tariffari vedi Tarsu, ecc.

Agli osimani che si impegneranno in "Rete Imprese Italia" si augura di intraprendere con successo la nuova forma organizzativa unitaria e ci si rende disponibili ad un dialogo che porti a creare benessere e lavoro in tempi di così gravi ristrettezze.


La capogruppo consiliare del Partito Democratico di Osimo


Paola Andreoni



Paola Andreoni

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-05-2010 alle 20:18 sul giornale del 15 maggio 2010 - 571 letture