utenti online

158° Anniversario della Polizia di Stato, ecco i dati delle attività

polizia di stato 3' di lettura 14/05/2010 - In occasione della Festa della Polizia di Stato per il 158° anniversario della Fondazione, la Questura di Ancona ha annunciato i dati relativi all'attività svolta durante l'anno nel territorio provinciale.


"Ha 158 anni, ma non li dimostra perché è moderna, giovane e sa adattarsi ai cambiamenti della società".
Come ogni compleanno questo è un momento di bilanci: risultati importanti che permettono di raccontare una storia e grandi operazioni che tolgono la linfa vitale alla criminalità.
Quest’anno la celebrazione dell’Anniversario della Fondazione della Polizia di Stato si svolge all’insegna dello slogan “C’è più sicurezza insieme” che esprime il concetto della sicurezza partecipata, un valore ed un principio basato sul rapporto con i cittadini a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica.

Obiettivo primario della Polizia di Stato è quello di essere sempre più vicino al bisogno di sicurezza che la società esprime a tutti i livelli di fronte ai fenomeni di piccola e grande criminalità.

Sicurezza partecipata è la scelta voluta dal Ministero dell’Interno e attuata dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, che si basa su una nuova filosofia complessiva dei ruoli e dell’azione delle Forze di Polizia. Oltre a contrastare le attività criminose, si mira a prevenire quelle azioni che possono arrecare “disturbi” alla serenità dei cittadini, coinvolgendoli.

La Polizia di Stato della Provincia di Ancona ha messo in campo, nel periodo in riferimento, equipaggi della Questura, dei Commissariati di P. S. di Fabriano, Jesi, Osimo e Senigallia, della Polizia Stradale di Ancona, Senigallia, Jesi e Fabriano, e della Polizia Postale, più 1200 pattuglie appiedate svolte dai Poliziotti di Quartiere.


In particolare l’attività nei vari settori si è così articolata:
La Divisione di Gabinetto si è occupata di gestire e programmare tutti i servizi della Questura e da chiunque espletati per il mantenimento dell’Ordine Pubblico oltre che per la prevenzione in generale dei reati;
La Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale ha curato il monitoraggio degli esercizi pubblici e call-center con relativa chiusura ove fossero riscontrate violazioni della legislazione in materia; ha contrastato l’abusivismo commerciale, la contraffazione e la duplicazione abusiva di software. L’Ufficio inoltre ha affrontato con successo l’introduzione della nuova procedura informatica per la redazione dei passaporti e nonostante le difficoltà iniziali riuscendo sempre a mantenere la tempistica ordinaria;
La Divisione Anticrimine al cui interno operano le sezioni Misure Alternative di Prevenzione, la speciale sezione dedicata alla tutela dei minori e quelle del Giudice di Pace; per i cittadini un grande punto di riferimento è il Posto di Polizia presso l’Ospedale Regionale di Torrette;

La Divisione Investigazioni Generali Operazioni Speciali si è occupata della sicurezza negli stadi e dei reati commessi durante le manifestazioni sportive che dei reati connessi al terrorismo.


Per i dati dettagliati di ciascuna attività, cliccare il pdf.



Scarica il pdf dati relativi alle attività della Questura di Ancona





Questo è un articolo pubblicato il 14-05-2010 alle 20:25 sul giornale del 15 maggio 2010 - 442 letture

In questo articolo si parla di attualità, questura di Ancona, Sudani Alice Scarpini, polizia di stato, festa della polizia, dati relativi alle attività della questura di ancona





logoEV
logoEV