utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

PDL: Bilancio di previsione, il Comune non è dalla parte delle famiglie

5' di lettura
1983

Dalla lettura del bilancio di previsione 2010, la cui approvazione è  all’odg del prossimo consiglio comunale, appare evidente l’assenza di alcuna misura volta a sostenere il potere di acquisto delle famiglie, dei lavoratori, pensionati e non autosufficienti come invece la crisi imporrebbe.

Dalla lettura del bilancio di previsione 2010, la cui approvazione è all’odg del prossimo consiglio comunale, appare evidente l’assenza di alcuna misura volta a sostenere il potere di acquisto delle famiglie, dei lavoratori, pensionati e non autosufficienti come invece la crisi imporrebbe.

Il recupero del potere di acquisto non si fronteggia aumentando le tariffe di tutti i servizi! Ci riferiamo:

* all’aumento della TIA o TARSU – chiamatela come vi pare, ma l’aumento a carico dei cittadini è mediamente del 22%. C’era proprio bisogno in un periodo di crisi come quello attuale di istituire il porta a porta e quindi aumentare i costi per il servizio di smaltimento dei rifiuti? L’obiettivo della differenziata poteva essere raggiunto con altri metodi, magari sensibilizzando la cittadinanza. Infatti la raccolta differenziata esisteva già nel nostro territorio, organizzata in maniera diversa che però aveva prodotto risultati positivi e comunque entro i limiti imposti dalla legge! Il “porta a porta” comporta un minor costo per il conferimento in discarica di soli 168mila euro, a fronte di un aumento delle spese per circa 1milione di euro! Una politica scriteriata che guarda caso ha avuto origine poco prima la campagna elettorale con l’assunzione di decine di persone!!

* All’aumento di tutte le tariffe per i servizi erogati dal Comune: asili nido, mense scolastiche, colonie, utilizzo frecce pubblicitarie, parcheggi, impianti sportivi, loculi cimiteriali, servizi sociali ecc… E’ vero, l’aumento è stato di una piccola percentuale (ad eccezione della quota fissa per le mense scolastiche che aumenta del 55% - e non è di poco conto!!) che porta ad una previsione di maggiori incassi pari si e no a 22.000 euro!!! Ma ce ne era proprio bisogno? L’adeguamento delle tariffe ai costi della vita non è obbligatorio per legge , né automatico, come sostiene invece il Sindaco!

* All’aumento dei diritti di segreteria e diritti di ricerca e visura e costi di riproduzioni, in alcuni casi aumentati anche del 1000%, soprattutto nel settore urbanistico! Aumenti che non aiutano certo la crisi del mercato immobiliare!! Una politica non condivisibile quella di questa amministrazione che anziché contenere e razionalizzare i costi della spesa pubblica, pensa solo ad aumentare i costi a carico dei cittadini. Non si parla mai, per esempio, di diminuire i compensi degli amministratori e quando Strologo presentò una mozione in tal senso (chiedeva una misera riduzione del 10%), le liste civiche votarono contro!!! Ma non solo non diminuiscono i propri stipendi, ma questi amministratori prevedono anche spese vietate per legge come quelle inerenti la figura del difensore civico (leggi relazione della giunta)! Non si parla mai di tagliare le spese di rappresentanza, per esempio quelle dei telefoni cellulari (il Comune di Osimo ne conta ben 33 quando la norma impone un utilizzo molto parsimonioso!!).

Come pure non si spiega un aumento di circa 100mila euro alla voce “spese per il personale del servizio di segreteria”!! Non si parla neanche di eliminare le spese di consulenza previste per 50mila euro, consulenze tra l’altro non giustificabili visti gli incarichi dirigenziali affidati e lautamente pagati!! Quando si chiedono sacrifici ai cittadini bisogna dare degli esempi! E non si prenda la scusa che il governo Berlusconi ha tagliato i trasferimenti statali. Vada il Sindaco a rileggere il bilancio che ha approvato lui stesso! Alla voce “contributo ordinario” erogato dallo Stato leggiamo una variazione in aumento rispetto al 2009 di circa 342mila euro.

Né si prenda la scusa dell’abolizione dell’ICI per la prima casa, sempre fortemente voluta dal governo Berlusconi! In bilancio sono iscritti quasi 2 milioni di euro che il governo rimborserà al comune per tale mancata entrata!! Si dica invece che questa amministrazione non fa nulla per le famiglie e le imprese! Come pure il governo regionale che attualmente proprio le ex Liste civiche di Latini e Simoncini (oggi API) rappresentano!! Basti vedere i tagli che la regione ha operato come interventi nel sociale e nell’handicap: un milione e mezzo di euro in meno solo per i non autosufficienti!! Alla faccia della politica a favore del sociale!! Il Governo ha aumentato le pensioni minime per recuperare il potere di acquisto perso e conseguentemente disposto l’aumento del reddito ISEE per poter accedere alla carta acquisti. Ad Osimo il valori ISEE sono fermi da 10 anni e anche nel 2010 questa amministrazione ha deciso di non modificare. Paradossalmente l’aumento pensionistico incide negativamente per i cittadini osimani. Infatti aumentando la pensione, diminuisce la possibilità di poter accedere ai servizi di assistenza domiciliare e ad altri sussidi.

Leggiamo poi nella relazione dei revisori dei conti che la GEOS MAVER e la farmacia OTTAVIA chiudono con perdite di esercizio, senza peraltro indicarne l’importo. Perdite che ovviamente si ripercuotono (o si ripercuoteranno) negativamente sul bilancio comunale! Per non parlare dell’indebitamento delle società partecipate che ammonta a quasi 10 milioni di euro – e parliamo di mutui accesi dalle sole società partecipate dal Comune di Osimo al 100%. Non vogliamo pensare all’indebitamento di tutte le altre società direttamente e indirettamente partecipate (GEOSPORT, GEOS MAVER, PARKO, ASTEA eccc…)!

Risultati che dimostrano una gestione “allegra” delle società partecipate da parte delle ex Liste civiche ora API. Per tutte queste ragioni il Coordinamento PDL di Osimo è contrario al Bilancio di Previsione comunale per il 2010 in discussione lunedì prossimo in consiglio comunale. Il Gruppo consiliare PDL si adeguerà alle decisioni del coordinamento.

Il Coordinamento PDL Osimo



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-04-2010 alle 19:16 sul giornale del 26 aprile 2010 - 1983 letture