utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Comitato Scuole: 'I rincari previsti sulle mense sono superiori ai dati ISTAT'

3' di lettura
2379

mensa scolastica
Il Comitato Genitori "Scuole Sicure e di Qualità" di Osimo, non può che costatare che gli incrementi rilevati vanno ben oltre la semplice somma aritmetica degli incrementi ISTAT e, specialmente in considerazione del particolare momento di difficoltà, itiene che questo ulteriore incremento del costo fisso della mensa sia oltremodo elevato e inopportuno.

Con delibera n.69 della Giunta Comunale del 17/03/2010 è stato determinato l'incremento del costo mensa a partire dal 1° settembre 2010 e quindi per l'anno scolastico 2010-2011, prevedendo un aumento della quota fissa pari a € 7,48 mensili (55%); il che significa passare dalle attuali € 13,52 mensili a ben € 21,00 mensili.

L'aumento viene addebitato all'indisponibilità da parte dei Dirigenti Scolastici di destinare personale alla gestione del servizio mensa; infatti a seguito dei tagli effettuati dal Ministero della Pubblica Istruzione ci sono state decurtazioni in organico e nei servizi tali da non consentire più alle istituzioni scolastiche di adibire personale a tale scopo.

Di conseguenza il servizio va a ricadere sul Comune che è costretto a supplire tramite personale della società ASSO ma, essendo il servizio mensa un servizio "a richiesta", il Comune non fa altro che riversare il costo sui soggetti che lo utilizzano, cioè le famiglie.

Negli ultimi anni il costo del servizio mensa è cresciuto in maniera vertiginosa. Consideriamo ad esempio il caso della Scuola Materna: a partire dall'anno scolastico 2006/2007 si è passati da € 12,73 a € 13,00 (2%) di quota fissa (per il servizio) e da € 2,70 a € 3,50 (30%) di una quota giornaliera (per pasto). Da allora, in relazione agli adeguamenti ISTAT, le quote sono cresciute sino agli attuali € 13,52 (4%) - parte fissa - e 3, 70 (6%) giornalieri.

In sostanza, negli ultimi 4 anni, considerando sempre il caso esemplificativo della Scuola Materna, le famiglie osimane hanno sostenuto un aumento dei costi del 65% per la quota fissa e del 37% + xx (quota ancora da definire per il 2010 di adeguamento ISTAT) per la quota variabile.

Il Comitato Genitori "Scuole Sicure e di Qualità" di Osimo, non può che costatare che gli incrementi rilevati vanno ben oltre la semplice somma aritmetica degli incrementi ISTAT e, specialmente in considerazione del particolare momento di difficoltà, con tante persone in cassa integrazione o gravi problemi lavorativi , ritiene che questo ulteriore incremento del costo fisso della mensa sia oltremodo elevato e inopportuno.

Prendiamo atto delle concessioni di vantaggi economici che questa amministrazione comunale sostiene verso le famiglie più bisognose ma riteniamo che questa cosa non faccia altro che aumentare la differenziazione sociale in un momento di aggregazione così importante e indispensabile, come quello della mensa .

Il gioco di scaricare i costi sulle famiglie con figli in età scolare, famiglie che già pagano tragicamente le conseguenze di una crisi economica dolorosa, è un gioco che distrugge il tessuto sociale ed il futuro del nostro territorio.

Il Comitato Genitori "Scuole Sicure e di Qualità", si fa portavoce della rabbia e dell'impotenza delle famiglie osimane ed è pronto a sostenere qualsiasi iniziativa di protesta che collabori a portare in evidenza questi problemi, così che possano essere affrontati e risolti in piena trasparenza e con la partecipazione dei cittadini stessi.



mensa scolastica

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-04-2010 alle 00:15 sul giornale del 17 aprile 2010 - 2379 letture