utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Loreto e Daroun - Harissa (Libano) firmano l'accordo di gemellaggio

4' di lettura
798

"Oggi - ha detto il sindaco di Loreto Moreno Pieroni - si concretizza quel  patto di amicizia firmato il 14 aprile 2007 ed è una grande soddisfazione per me, poter concludere il mio mandato di sindaco, con la firma di un atto così importante. In questo modo Loreto amplia i suoi confini mondiali e la firma di oggi non è che il preludio a tutta una serie di iniziative e di scambi culturali, economici, turistici e commerciali."
Grande cerimonia nella Sala Consiliare del Comune di Loreto in occasione della firma dell'accordo di gemellaggio tra il Comune di Loreto e il Comune di Daroun - Harissa (Libano).

Il programma ha previsto una prima parte in cui l'Amministrazione comunale ha voluto ringraziare e premiare i direttori dei cori protagonisti della 50° edizione della Rassegna di Musica Sacra Virgo Lauretana ma anche il presidente Don Lamberto Pigini, l'Arcivescovo di Loreto Mons. Giovanni Tonucci e tutta la Commissione Artistica della Rassegna.

Un momento molto bello e partecipato che ha lasciato spazio alla seconda parte della cerimonia e cioè la firma del patto di gemellaggio con il Comune di Daroun - Harissa.


Per l'occasione erano presenti il Sindaco di Loreto di Loreto Moreno Pieroni, il Sindaco di Daroun - Harissa Antoine Chaker Chemaly, l'Arcivescovo di Loreto Mons. Giovanni Tonucci, il Vice sindaco di Loreto Paolo Niccoletti, l'Assessore ai Gemellaggi Maria Teresa Schiavoni, il Presidente del Consiglio Comunale di Loreto Silvano Montironi, Giovanni Tanfani che ha accolto qualche anno fa la richiesta di aiuto rivolta da Padre Maroun Harb (anche lui presente alla cerimonia) alla ricerca di accordi internazionali che avessero potuto portare ad un maggiore riconoscimento internazionale della città al fine di contribuire alla risoluzione del conflitto mediorientale.

"Oggi - ha detto il sindaco di Loreto Moreno Pieroni - si concretizza quel patto di amicizia firmato il 14 aprile 2007 ed è una grande soddisfazione per me, poter concludere il mio mandato di sindaco, con la firma di un atto così importante. In questo modo Loreto amplia i suoi confini mondiali e la firma di oggi non è che il preludio a tutta una serie di iniziative e di scambi culturali, economici, turistici e commerciali. Oggi inizia un importante rapporto tra due grandi città molto distanti tra loro ma accumunate dal culto mariano in quanto queste due città sono siti religiosi di importanza internazionale per la presenza di santuari mariani caratterizzati da un'analoga vocazione ad individuarsi quali luoghi di culto e pellegrinaggio a livello internazionale e importanti mete di turismo finalizzato a scopi religiosi legati alla Cristianità ed alla spiritualità cattolica".


Grande soddisfazione espressa anche da Antoine Chaker Chemaly, sindaco di Daroun - Harissa che ha detto "Questo gemellaggio rappresenta un ponte simbolico in grado di accorciare le distanze tra le nostre due città. Quello di oggi è un passo umile ma importante verso il dialogo tra due culture diverse, verso la comprensione delle abitudini altrui e verso l'attuazione di importanti scambi socio - culturali, religiosi, economici, turistici e sportivi. La nostra speranza è che questo gemellaggio possa rappresentare una benedizione per le nostre città e che la fiaccola dell'amicizia possa ardere per sempre".

Dopo gli interventi delle altre autorità presenti si è proceduto alla firma dell'accordo di gemellaggio e allo scambio di doni. Alla cerimonia, che è stata allietata dalla corale "Cedro del Libano", erano presenti anche i consiglieri comunali di Loreto e i rappresentanti della municipalità di Daroun - Harissa.


Si ricorda che sottoscrivendo questo gemellaggio le parti si sono impegnate per determinare lo sviluppo spirituale e materiale delle due città, rafforzando le proprie relazioni basate su comuni desideri di pace, amicizia e prosperità promuovendo ogni tipo di relazione sociale definendo le attività che si considerano opportune, in particolare: relazioni sociali, relazioni culturali, relazioni economiche, relazioni sportive e relazioni turistiche. Entrambi i Comuni opereranno nell'ambito delle attività culturali organizzando conferenze sui temi considerati di reciproco interesse, scambi di ogni genere di pubblicazioni, scambio delle corali e incontro tra giovani, studenti e famiglie, esposizioni di opere d'arte, iniziative popolari riferite alla tradizione delle due comunità, progetti educativi, formativi e di ricerca storico-culturale per approfondire la reciproca conoscenza. In ambito economico si svilupperanno incontri tra associazioni professionali e sociali, partecipazione a mercati, esposizioni fiere, divulgazioni di prodotti tipici, informazioni sulle attività industriali, artigianali, commerciali di reciproco interesse. Verrà inoltre favorito l'incontro di realtà sportive, attraverso la realizzazione di manifestazioni relative alle discipline sportive presenti nei rispettivi ambiti territoriali ma si promuoveranno anche iniziative turistiche.




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-04-2010 alle 15:57 sul giornale del 13 aprile 2010 - 798 letture