utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
articolo

Loreto: Olivero ospite mancato della via Crucis lancia messaggio anti aborto

1' di lettura
1574

ernesto olivero

Ernesto Olivero fondatore del monastero metropolitano di Torino impossibilitato a venire a Loreto per La Morte del Giusto manda a Loreto un messaggio contro l'aborto.


Il fondatore del Sermig 'L'arsenale della Pace' di Torino Ernesto Olivero era atteso per la Via Crucis di Loreto, La Morte del Giusto, che ogni anno si svolge a Villa Musone, è animata da 250 figuranti e vede la partecipazione dell'arcivescovo mons. Giovanni Tonucci nei panni del Cireneo. Tuttavia, impossibilitato a venire nella città mariana, Olivero ha mandato un messaggio in cui ha ripercorso l'attività svolta con il Sermig. L'arsenale della Pace era di fatto un'antica fabbrica di armi in disuso. Dal 1983 il lavoro gratuito di tanti, soprattutto giovani, lo ha trasformato in un monastero metropolitano, così viene definito. Aperto 24 ore su 24 non è solo un luogo di preghiera ma è un punto di incontro tra culture, religioni, schieramenti diversi per conoscersi, dialogare, camminare insieme. E' una casa aperta a chi cerca un soccorso: madri sole, carcerati, stranieri, persone che hanno bisogno di cure, di casa, di lavoro. Nel suo messaggio alla città di Loreto Olivero ha accennato ad alcune donne che dopo l'incontro con il Sermig hanno deciso di non abortire: ''L'esperienza di condivisione della vita fatta con quelle donne e' stata per me una vera esperienza di resurrezione''.



ernesto olivero

Questo è un articolo pubblicato il 04-04-2010 alle 13:34 sul giornale del 06 aprile 2010 - 1574 letture