utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

L'Amministrazione Comunale valuterà tutte le proposte, purché serie

1' di lettura
547

Il fatto che oggi il coordinatore locale del Pd senta l'esigenza di preannunciare pubblicamente che il suo partito realizzerà dei progetti e li presenterà alla Amministrazione, può significare soltanto una cosa: che fin qui il Pd non ha mai presentato proposte serie.

In relazione ai progetti per la città che il segretario del Pd ha annunciato di voler consegnare alla Amministrazione Comunale, sottolineiamo di avere sempre valutato in questi anni tutte le proposte che ci sono giunte da partiti, gruppi e associazioni. Quelle accoglibili sono state accolte, magari dopo qualche necessario emendamento, mentre quelle non rispondenti ai programmi dell'Amministrazione Comunale sono state respinte, ma sempre senza i paraocchi.


Il fatto che oggi il coordinatore locale del Pd senta l'esigenza di preannunciare pubblicamente che il suo partito realizzerà dei progetti e li presenterà alla Amministrazione, può significare soltanto una cosa: che fin qui il Pd non ha mai presentato proposte serie. E infatti ha solo avanzato richieste del tutto irresponsabili, che non tenevano conto delle possibilità di copertura del costo dei progetti, dei vincoli del patto di stabilità e della congiuntura di crisi mondiale.


Da tutto ciò si evince che, con il suo annuncio, Antonelli ha solo messo in luce e comprovato il cattivo comportamento tenuto dal Pd in tutti questi anni nei confronti dell'Amministrazione Comunale. Noi, però, continueremo comunque a valutare tutti i progetti che arriveranno in Municipio, da chiunque provengano: sia partiti rappresentati in Consiglio, sia non rappresentati, sia gruppi, associazioni e comitati, purchè non rechino carattere di provocazione e polemica nei confronti dell'Amministrazione e purchè i presentatori siano poi disponibili ad ascoltare il punto di vista dell'Amministrazione.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-04-2010 alle 23:34 sul giornale del 03 aprile 2010 - 547 letture