utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Simoncini: ADSL a Passatempo, accordo del Comune con FASTNET

1' di lettura
2865

Stefano Simoncini
Devo precisare che per iniziativa del Sindaco Latini, viste le negative risposte di Telecom alla richieste dell'amministrazione comunale rivolte al fine di avere linee Adsl in alcune frazioni di Osimo, l'amministrazione comunale di Osimo ha fatto un accordo già da un paio d'anni con FASTNET per la copertura wireless in dette zone, tra cui Passatempo.
Devo precisare che per iniziativa di Latini nel corso del suo mandato da Sindaco viste le negative risposte di Telecom alla richieste dell'amministrazione comunale rivolte al fine di avere linee Adsl in alcune frazioni di Osimo, l'amministrazione comunale di Osimo ha fatto un accordo già da un paio d'anni con FASTNET per la copertura wireless in dette zone, tra cui Passatempo. Le modalità ed i costi per accedere al predetto servizio sono consultabili sul sito del comune di osimo.

Riporto di seguito tutte le informazioni necessarie.


WIXAN è il nome della rete WiFi adottata dal Comune di Osimo per superare il "Digital Divide" a favore dei propri cittadini per collegare ad internet, in modalità wireless, la propria abitazione, ove non esiste la linea ADSL tramite linea telefonica. Sono disponibili varie modalità ad esempio per le abitazioni private connessioni a 2 o 4 Mbs ma anche per il business da concordare con la Fastnet di Ancona che provvede a raccogliere le richieste, verificare la possibilità di collegamento e successivamente a proporre l'abbonamento piu' adatto alle esigenze.

La tecnologia prevede che si istalli una antenna ricevente all'esterno della propria abitazione o azienda che consentirà poi di raccogliere il segnale internet radiotrasmesso e mandarlo al proprio Personal Computer.

Per coloro che non hanno sottoscritto l'adesione, e sono interessate, inseriamo qui in allegato il modello da inviare alla Azienda FastNet Ancona 071 291311 - sito web www.wixan.fastnet.it


Stefano Simoncini

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-03-2010 alle 16:30 sul giornale del 01 aprile 2010 - 2865 letture