Latini (Liste Civiche): \'Palazzo Viglietti, il CODAT si assuma le responsabilità\'

1' di lettura 04/03/2010 - Il fantomatico Codat (ovvero il duo Donati e Marra) deve prima di tutto pensare alla valanga di richieste di risarcimento danni che sta per ricevere dai tanti soggetti da loro ingiustamente accusati; quanto alla Provincia, non è vero che il Comune di Osimo non si è adeguato alle sue prescrizioni, perché ciò è avvenuto puntualmente per quanto attiene ad altezza e altro. 

Il fantomatico Codat (ovvero il duo Donati e Marra) deve prima di tutto pensare alla valanga di richieste di risarcimento danni che sta per ricevere dai tanti soggetti da loro ingiustamente accusati nei 10 e oltre esposti promossi, prima di cantare vittoria per la sola apertura di un procedimento giudiziario.

Quanto alla Provincia, non è vero che il Comune di Osimo non si è adeguato alle sue prescrizioni, perché ciò è avvenuto puntualmente per quanto attiene ad altezza e altro. E la Provincia lo sa benissimo.

Ho messo sul mio sito tutta la documentazione in merito appositamente per rendere edotti tutti di ciò. Non solo, ma voglio ricordare che la stessa Provincia ha chiesto l\'aumento di volumetria dell\'ex I.T.C.G. Corridoni, nonché il cambio di destinazione urbanistica.

Sul piano di recupero Viglietti, l\'attuale coordinatore del PDL ha votato a favore (ecco perché non avanza alcuna richiesta di ricorso alla magistratura).

Infine, il piano di recupero della sede del PD (il cui responsabile tutti i giorni chiama in Comune per andare avanti) ha la stessa identica procedura del piano di recupero Viglietti.


Dino Latini


da Dino Latini
Consigliere Regionale Api - Liste Civiche per l'Italia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-03-2010 alle 20:25 sul giornale del 05 marzo 2010 - 2532 letture

In questo articolo si parla di attualità, osimo, provincia ancona, dino latini, pd, pdl, palazzo Viglietti, massimo marra