utenti online

Arrivano le divise ufficiali per le guardie zoofile di legambiente

guardie zoofile legambiente 1' di lettura 22/02/2010 - Continua a ritmo serrato l\'attività del Nucleo di Vigilanza Ambientale e Zoofila di Legambiente nella provincia di Ancona

Dopo gli importanti sequestri di Osimo e Monte San Vito (quest\'ultimo a inizio mese), ora i 40 paladini degli animali potranno operare sul territorio indossando delle divise ufficiali.


Da ora in poi quindi i volontari saranno riconoscibili non più solamente dal tesserino ma anche da una pettorina e un cappello che permetteranno a chiunque, anche a distanze non ravvicinate, di indetificare gli agenti.


E\' importante ricordare che l\'art.357 del Codice Penale stabilisce che le guardie zoofile sono a tutti gli effetti dei pubblici ufficiali e svolgono funzioni di polizia giudiziaria con l\'obiettivo di intensificare i controlli su tutto il territorio della provincia di Ancona per tutelare gli animali, diffondere la cultura del rispetto verso di essi e cercando di prevenire maltrattamenti e ricorrendo anche alla repressione dove previsto dalla legge. Le guardie possono quindi effettuare controlli inerenti a dentezioni degli animali, abbandoni, controllo dell\'anagrafe canina, controllo delle colonie feline, ecc.


E\' possibile effettuare segnalazioni e comunicare con i volontari scrivendo una e-mail all\'indirizzo guardiezoofile@legambientemarche.org


Mentre tutte le novità sono pubblicate nel sito www.legambientemarche.org in un\'apposita sezione dedicata alle GZV.


L\'ufficio Stampa di Legambiente Marche

071.200852

+39.338.2140464








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-02-2010 alle 15:49 sul giornale del 23 febbraio 2010 - 5193 letture

In questo articolo si parla di attualità, provincia di ancona, osimo, legambiente, monte san vito, guardie zoofile legambiente





logoEV
logoEV