utenti online

Simoncini e Latini incontrano i rappresentanti sindacali della Accenture

1' di lettura 19/02/2010 - Il Sindaco di Osimo Stefano Simoncini e il Capostaff del Sindaco Dino Latini incontrano stamattina, sabato 20 febbraio, i rappresentanti sindacali della \"Accenture\", azienda che ha appena annunciato la chiusura delle sue sedi di Osimo e Catania, per un totale di 86 dipendenti.

Il Sindaco di Osimo Stefano Simoncini e il Capostaff del Sindaco Dino Latini incontrano stamattina, sabato 20 febbraio, i rappresentanti sindacali della \"Accenture\", azienda che ha appena annunciato la chiusura delle sue sedi di Osimo e Catania, per un totale di 86 dipendenti.

La Accenture di Osimo ha assorbito nel 2003 46 lavoratori della Sma, con contratto di cessione di ramo d\'azienda. Venti di essi appartenengono al comprensorio osimano; si tratta di persone di alta specializzazione, di età compresa tra i 45 e i 50 anni.

Secondo i rappresentanti sindacali - Armando Duranti, Margherita Buglioni, Marta Scandali, Giuseppe Primucci - l\'azienda non attraversa alcun periodo di crisi, ma intende così unicamente realizzare una scelta imprenditoriale.

L\'Amministrazione Comunale si dichiara contrarissima a questa scelta che metterebbe sulla strada 46 famiglie e dopo l\'incontro con le rappresentanze sindacali, chiederà di potersi confrontare anche con i vertici anconetani Sma, per chiedere un preciso impegno in favore di questi lavoratori, anche attraverso la strada di un ritorno alla società d\'origine in modi e forme che possano essere studiati e che coinvolgano anche le prossime aperture Sma in zona Molino Basso a Osimo e Vallone di Offagna, o che chiamino in causa l\'assegnazione del lavoro stagionale.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-02-2010 alle 16:15 sul giornale del 20 febbraio 2010 - 1016 letture

In questo articolo si parla di attualità, lavoro, osimo, stefano simoncini, dino latini, Comune di Osimo





logoEV
logoEV