PDL Osimo: Le Liste Civiche e l\'Astea \'Pozzo di San Patrizio\'

2' di lettura 17/02/2010 - Le Liste Civiche vogliono un\'ASTEA \"POZZO DI SAN PATRIZIO\", dal quale poter attingere, sempre e comunque, per coprire i buchi di bilancio di tutte le altre società partecipate le quali, come tutti sanno, stanno andando a picco!

La scelta di recedere dall\'azionariato dell\'Astea, da parte del socio privato GPO di Genova, è pienamente legittima ed è frutto della sconsiderata politica di Latini e Simoncini i quali, con la modifica dei patti parasociali ed allo scopo di mettere le mani nell\'azienda per guidarla a loro piacimento, hanno reso pari a zero il potere decisionale del socio privato. Ciò in pieno contrasto con le indicazioni del Governo Nazionale, volte ad assicurare una minor influenza del pubblico.

E\' evidente, poi, che la scelta di Giancarlo Mengoni, come futuro Presidente ed Amministratore Delegato, è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.


Come il PDL aveva previsto, difatti, la GPO non avrebbe mai accettato un ex operatore ecologico, privo di titoli di studio adeguati e competenze specifiche, a capo di una società per azioni che fattura milioni di euro e nella quale, oggi, il privato non conta nulla.


Adesso, oltre al rischio di un ulteriore contenzioso giudiziario pagato coi soldi degli osimani, c\'è il problema del reperimento dei 16 - 20 milioni di euro per liquidare le quote GPO.
Purtroppo, le strade sono solo due: o si attinge dalle risorse del Comune ( e, quindi, dalle tasche di noi tutti!) o si diminuisce il capitale dell\'Astea (e, anche in questo caso, si alleggeriscono le nostre tasche perché questa società, in quanto a capitale misto pubblico - privato, è di tutti noi!)! In caso di ridimensionamento della società, inoltre, saranno a rischio numerosi posti di lavoro, alla faccia della lotta alla disoccupazione che l\'attuale Amministrazione dice di voler intraprendere!

Riteniamo, a meno di miracoli, impraticabile una terza via del bando pubblico per rintracciare un nuovo socio privato; chi acquisterebbe, difatti, le quote di una società presieduta ed amministrata dall\'ex operatore ecologico Giancarlo Mengoni e con dei patti parasociali che permettono al solo socio pubblico di gestirla per il proprio comodo?


Le Liste Civiche vogliono un\'ASTEA \"POZZO DI SAN PATRIZIO\", dal quale poter attingere, sempre e comunque, per coprire i buchi di bilancio di tutte le altre società partecipate le quali, come tutti sanno, stanno andando a picco!





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-02-2010 alle 15:40 sul giornale del 18 febbraio 2010 - 955 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, astea, liste civiche, popolo della libertà, pdl, GPO