utenti online

Energia di recupero, come diventare protagonisti: momenti del convegno

3' di lettura 15/02/2010 - Più di 200 ragazzi dalle scuole superiori locali e centinaia di partecipanti per la giornata dedicata all\'energia di recupero, organizzata sabato 13 dal Lions Club di Osimo in collaborazione con il Comune e la Regione. \'Energia di recupero, come diventare protagonisti\' è il titolo dell\'incontro-dibattito andato in scena al teatro La Nuova Fenice di Osimo, cui ha partecipato, tra gli altri, l\'onorevole Stefano Saglia, sottosegretario alle Attività produttive con delega all\'Energia.  

Più di 200 ragazzi dalle scuole superiori locali e centinaia di partecipanti per la giornata dedicata all\'energia di recupero, organizzata sabato 13 dal Lions Club di Osimo in collaborazione con il Comune e la Regione. \'Energia di recupero, come diventare protagonisti\' è il titolo dell\'incontro-dibattito andato in scena al teatro La Nuova Fenice di Osimo, cui ha partecipato, tra gli altri, l\'onorevole Stefano Saglia, sottosegretario alle Attività produttive con delega all\'Energia.

\"Le fonti rinnovabili fanno parte integrante della strategia energetica del Governo - ha dichiarato il Sottosegretario. - Il nostro obiettivo è continuare a prevedere incentivi per supportare iniziative volte a valorizzare scelte in questa direzione\".

Durante l\'evento il Lions Club ha annunciato il \"Premio Speciale Leonardo\", un concorso di idee, destinato alle scuole superiori del territorio, consistente in una borsa di studio di 500 euro da assegnare al miglior progetto legato ai temi presentati nel convegno. Il premio speciale è istituito all\'interno del concorso, più ampio, \"Energia ed Ambiente: Sostenibilità del Sistema\" già organizzato dal distretto 108/a del Lions Club ed attualmente alla sua terza edizione.

Nel corso della giornata sono state presentate idee e innovazioni per sfruttare al meglio le fonti di energia, recuperando quella parte di esse che si disperde nel corso dei tradizionali processi di generazione o di utilizzo.

Luciano Ghergo, presidente del Lions Club di Osimo e del gruppo G.i.&e., ha illustrato ai presenti come si può risparmiare il 30% dell\'energia consumata dall\'illuminazione pubblica, installando dei riduttori di flusso. \"La pubblica illuminazione incide per più del 2% sul totale dei consumi elettrici in Italia - ha spiegato - pari a 6,75 TWh. Utilizzando un sistema come l\'Economy System, è possibile ridurre le emissioni annue di CO2 per più di 1 milione di tonnellate, che corrispondono a un risparmio di circa 660 milioni di euro sui costi del protocollo di Kyoto\".

Secondo Paolo Prosperi, presidente di Ecogest Srl, attraverso la cogenerazione, che significa produzione al contempo di energia e calore, è semplice ed efficiente produrre energia sfruttando i biogas ricavati dalla raccolta differenziata dell\'umido, ormai diffusa su gran parte del territorio. L\'intervento di Prosperi si è focalizzato sulle difficoltà burocratiche legate all\'avvio di generatori di questo tipo, dovute a una legislazione inadeguata e farraginosa. Tra le soluzioni proposte dall\'imprenditore, l\'ampliamento delle autorizzazioni concesse agli impianti già autorizzati oppure la dotazione degli impianti di depurazione acque con impianti anaerobici.

Il tema della cogenerazione è stato approfondito dal professor Carlo Maria Bartolini dell\'Università Politecnica delle Marche. Sfruttando il calore residuo nei processi di generazione elettrica per il riscaldamento degli ambienti, l\'efficienza di utilizzo delle fonti raggiunge l\'80%, contro il 58-60% dei metodi tradizionali. La cogenerazione permetterebbe, in questo modo, di dimezzare le perdite di energia (da 40% a 20%).

Recupero anche dai rifiuti organici, come risorsa da sfruttare. E\' la sintesi dell\'intervento del dott. Gianfranco Vincenzi, presidente di Fotosolar Spa. Vincenzi ha spiegato che attraverso processi di ristrutturazione molecolare catalitica, è possibile riutilizzare i materiali di tipo organico per produrre un combustibile a emissioni zero e ad altissimo potenziale calorico. Una forma di energia pulita, quindi, che, integrata alle energie rinnovabili, risolverebbe anche il problema delle discariche.

Nel corso della giornata si sono esibiti i Solisti dell\'Accademia d\'Arte Lirica di Osimo.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-02-2010 alle 19:17 sul giornale del 16 febbraio 2010 - 1004 letture

In questo articolo si parla di attualità, energia, osimo, convegno, energie rinnovabili, lions, energie alternative





logoEV