utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

PDL Osimo: Contrari alla nomina del difensore civico

2' di lettura
3879

Il PDL di Osimo, in linea con la politica nazionale del partito, ribadisce la propria contrarietà  alla nomina del difensore civico in quanto la Legge Finanziaria 2010 - all\'art. 2, comma 186  lettera a) - ne prevede la soppressione, tagliandone il contributo ordinario.

Il PDL di Osimo, in linea con la politica nazionale del partito, ribadisce la propria contrarietà alla nomina del difensore civico in quanto la Legge Finanziaria 2010 - all\'art. 2, comma 186 lettera a) - ne prevede la soppressione, tagliandone il contributo ordinario.

Chi è a favore di questa figura, quindi, difende il metodo ormai collaudato per cui prima si costruisce una burocrazia elefantiaca e poi ci si inventa una figura per aggirare questa burocrazia. E, in questo modo, entrambi i carrozzoni si giustificano a vicenda; noi paghiamo e qualcuno ci guadagna!

Poiché il Popolo della Libertà sta dalla parte di quelli che pagano - e/o di quelli che di certo non ci guadagnano! - , voterà NO al Difensore Civico in Osimo.

Tale figura, difatti, contrariamente a quanto credono molte persone, non è l\'avvocato della povera gente perché non può offrire ai cittadini alcuna tutela giurisdizionale; di più: un qualsiasi suo intervento, non contenendo insita la \"minaccia\" del ricorso alle vie legali, ha una forza pari a zero.

Fatta tale doverosa considerazione circa l\'inutilità del difensore civico in Osimo, piace ricordare a tutti i cittadini che, per i non abbienti, esiste l\'istituto del gratuito patrocinio a spese dello Stato, grazie al quale chi è titolare di un reddito basso non paga le spese del proprio avvocato.

Infine, da un punto di vista prettamente politico e pur ritenendo dirimente quanto già sopra esposto, rileviamo che, proprio per l\'attività che dovrebbe svolgere, ragione e buon senso vorrebbero che, eventualmente, il Difensore Civico fosse \"indicato\" dall\'opposizione e nominato con una maggioranza più ampia possibile, dovendo, tra le tante cose, tutelare i cittadini anche nei confronti dell\'Amministrazione. Proprio per la terzietà che caratterizza questa figura, non si può pensare ad una sua nomina frutto quasi esclusivo della scelta della maggioranza e non si può immaginare che il Difensore Civico possa adempiere \"serenamente\" al proprio incarico sapendo di dover comunque qualcosa, in termini di \"gratitudine\", a coloro che governano e che lo hanno nominato.

Troppo spesso, difatti, è una pia illusione credere che una struttura che all\'apparenza ti difende dagli abusi possa poi prendere seri provvedimenti nei confronti di organismi della stessa struttura da cui dipende!

PDL Osimo


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-01-2010 alle 17:07 sul giornale del 27 gennaio 2010 - 3879 letture