utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

La nomina di Mengoni è fondata esclusivamente sul merito

1' di lettura
1867

 Giovanni Strologo ha proposto un nuovo attacco alla Amministrazione Comunale, criticando la situazione della sanità e delle scuole cittadine, della viabilità e la nomina di Giancarlo Mengoni - da lui sempre apostrofato nella nota come ex netturbino - quale rappresentante del Comune di Osimo nel CdA Astea.

Giovanni Strologo ha proposto un nuovo attacco alla Amministrazione Comunale, criticando la situazione della sanità e delle scuole cittadine, della viabilità e la nomina di Giancarlo Mengoni - da lui sempre apostrofato nella nota come ex netturbino - quale rappresentante del Comune di Osimo nel CdA Astea.


Tralasciando la situazione della sanità e delle scuole, su cui è intervenuta a parte l\'assessore Giacchetti e ribadito che Strologo forse è l\'unico a non essersi accorto che la strada di bordo è iniziata da un pezzo, ci preme qui sottolineare il vile colpo basso portato dal coordinatore Pdl a Giancarlo Mengoni, attraverso la squallida ripetizione del termine \"ex netturbino\" in senso dispregiativo. Gradiremmo conoscere l\'opinione di Luciano Secchiamoli, a proposito di un tale scellerato comunicato stampa.


Facciamo unicamente notare che Giancarlo Mengoni, indubbiamente entrato in Astea dai più bassi gradini, è riuscito a compiere un significativo percorso professionale interno, arrivando ad assurgere nel tempo ad incarichi anche molto importanti nell\'azienda. La sua crescita, all\'interno dell\'Astea, è stata frutto unicamente dell\'impegno e del merito e dunque la sua attuale nomina a membro del Consiglio di Amministrazione rappresenta il pubblico riconoscimento delle conoscenze e delle capacità acquisite sul campo. Si tratta quindi di una scelta determinata proprio da motivazioni meritocratiche, esattamente il contrario di quello che dice Strologo.


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-01-2010 alle 16:56 sul giornale del 27 gennaio 2010 - 1867 letture