utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO >

Andreoni (PD): \'Gli agricoltori osimani sono stati lasciati da soli\'

3' di lettura
1560

Lo sviluppo economico del nostro territorio è nell’agenda politica amministrativa  degli attuali occupanti il Palazzo del Comune ?  A me sembra proprio di no e non sono sensazioni,  sono fatti.

Come gruppo consiliare del PD abbiamo portato in discussione in Consiglio Comunale una mozione che aveva la finalità di costituire un tavolo di concertazione con tutti gli operatori economici legati al mondo dell\'agricoltura per promuovere i nostri prodotti agricoli ed aiutare le miriadi di piccoli produttori. Un \"tavolo verde permanente\" con la partecipazione delle organizzazioni sindacali di categoria, per formulare proposte di sviluppo del settore e di accordo delle esigenze della categoria stessa con le istituzioni provinciali e regionali.


Prevedevamo la creazione di un team di esperti del settore all\'interno del Palazzo Comunale, con il compito di raccogliere le esigenze del mondo agricolo, programmare iniziative atte a valorizzare i prodotti locali e promuovere, con il coinvolgimento di tutti gli operatori, mostre e fiere dei prodotti tipici del territorio. Pensavamo di promuovere in tal ambito il progetto Coldiretti \"km zero\" favorendo l\'introduzione negli esercizi commerciali e ristoranti della città, dei prodotti del nostro territorio che così non devono percorrere lunghe distanze prima di giungere in tavola.


Pensavamo alla promozione del biologico e di mercati gestiti direttamente dagli operatori i così detti \"mercati dell\'agricoltore\". Con la mozione e la creazione di questa Agenzia Verde chiedevamo di favorire la fornitura dei prodotti locali nelle mense pubbliche del territorio con riguardo particolare a quella scolastica, pensavamo alla creazione di gemellaggi con città italiane ed europee, in sinergia con le nostre aziende agricole, finalizzati alla promozione dei prodotti tipici locali: olio, vino, grano, ecc.


L\'iniziativa è stata bocciata dall\'Amministrazione e dai Consiglieri Comunali della Maggioranza. Ancora una volta, HANNO DETTO NO evidentemente per le Liste Simoncini&Latini lo sviluppo e le problematiche del mondo agricolo, dei tanti piccoli produttori agricoli osimani non è importante. Forse hanno segnali economici diversi dai nostri, forse per il Sindaco e i consiglieri della maggioranza l\'agricoltura osimana naviga a gonfie vele nell\'attuale situazione economica nazionale, una condizione tale da ritenere di non preoccuparsene e da non investirci tempo, energie e risorse.


Con questa mozione che il PD osimano ha presentato, non avremmo certo risolto tutti i problemi che attanagliano i nostri piccoli allevatori e i nostri piccoli produttori agricoli (i cui prodotti fanno fatica a trovare la giusta valorizzazione e commercializzazione ) che a quanto noi invece risulta in questo momento soffrono, quanto le altre categorie economiche, una crisi generale che ancora non trova una soluzione di uscita.


Questo è quanto successo in consiglio comunale mercoledì 20 gennaio: l\'Amministrazione e le Liste di Maggioranza targate Simoncini&Latini HANNO VOTATO NO ( si segnala l\'eccezione del consigliere Sabbatini Graziano che ha avuto il coraggio di smarcarsi dall\'ordine impartito, esprimendo anche valutazioni positive verso l\'iniziativa promossa ), alla mozione per costituire una Agenzia per la valorizzazione del mondo rurale Osimano.


Gli AGRICOLTORI OSIMANI SONO STATI LASCIATI SOLI ad affrontare la crisi.


Questo è un articolo pubblicato il 25-01-2010 alle 17:41 sul giornale del 26 gennaio 2010 - 1560 letture