utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Latini: \'le bugie della Andreoni, ecco la mia storia politica\'

2' di lettura
1526

Dino Latini
Quando le bugie sono più grosse del solito, generalmente frutto della furia cieca e invidiosa, si rischia di aiutare il “nemico” come in questo caso fa il consigliere Andreoni nei miei riguardi. La vera storia è questa.
Dal 1983 al 1991 sono stato iscritto alla D.C. nelle cui file nel 1990 mi sono candidato consigliere comunale arrivando fra i primissimi.

Dal settembre 1991 ad oggi sono stato solo e sempre “iscritto” alle liste civiche, accogliendo nel 1995 anche la stessa Andreoni e invece rifiutandola come candidata nel 1999.

Nel 1994 i DS mi hanno offerto la candidatura (poi andata a Giacco) alla Camera dei Deputati nel collegio Osimo – San Severino Marche; candidatura che non ho accettato.

Nel 2008 l’Italia dei Valori mi ha offerto la candidatura alla Camera dei Deputati per le Marche (candidatura poi andata a Favia); candidatura che non ho accettato.

Ho sempre rifiutato tutte le altre candidature che quasi tutti i partiti (grandi e piccoli) dei due schieramenti mi hanno nel frattempo offerto.

Basta questo per poter dire di essere in credito con tutto ciò che è politica, in termine di coerenza.

Parteciperò, eventualmente alle regionali solo con una formazione che porterà nella sua denominazione il logo “liste civiche marche” e correrà da sola o in compagnia di chi condivide le nostre idee programmatiche.

I programmi a cui mi richiamo sono noti da sempre, solo chi non li vuol leggere non li conosce.

La speranza non solo rimane in piedi, ma si rafforza.

Per quanto si fa in Osimo, preciso che si porta avanti il programma elettorale per il quale le liste civiche hanno vinto le elezioni, non più tardi di 5 mesi fa. Il consigliere Andreoni vorrebbe che l’amministrazione comunale e la maggioranza votassero le proposte politiche e partitiche del suo schieramento elettorale, che però proprio per questo (e non solo) ha perso clamorosamente le elezioni, avendo il più grande cartello elettorale della storia osimana (PD + PDL).

Un solo inciso sulla questione ospedale. Per le liste civiche è sempre stato da difendere a prescindere e che per il consigliere Andreoni deve essere svenduto. Per il controllo e il confronto delle spese legali sostenute a difesa di quanto compiuto per l’ospedale dal 1992 ad oggi, non ci sono problemi, ma ci vuole veramente una bella faccia tosta andare su questo tema, dopo che recentemente si è scoperto un buco di circa 500 mila euro per le ulteriori spese legali sostenute dalle amministrazioni di centro-sinistra precedenti alle nostre.

Smontate tutte le bugie del consigliere Andreoni, rimango sempre a disposizione per ogni ulteriore chiarimento.

ARGOMENTI

da Dino Latini
Sindaco uscente di Osimo


Dino Latini

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-01-2010 alle 12:47 sul giornale del 18 gennaio 2010 - 1526 letture