utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Castelfidardo, Cingolani (PDL): \'Mozione per le alleanze elettorali\'

5' di lettura
1333

Oggi presenterò al Protocollo la seguente mozione che chiede al consiglio comunale di dichiarare pubblicamente la propria contraria volontà a qualsiasi tipo di appoggio a candidati che possono portare voti alla coalizione che appoggerà l\'attuale Giunta Regionale.

Premesso che

In data 30 dicembre 2009 è uscito sugli organi di stampa locale un articolo in cui si parlava delle prossime elezioni regionali in riferimento alle operazioni di OSIMO CASTELFIDARDO E LORETO.

L’articolo è il seguente:

Grandi manovre per il voto a Loreto e Castelfidardo

Se Osimo si aspetta novità importanti da questo 2010 ormai alle porte, Castelfidardo e Loreto entrano a grandi passi verso l’anno delle elezioni comunali. Le due città andranno al voto nel 2011, ma quello che inizierà dopodomani sarà l’anno in cui prenderanno il via le prime trattative pre-elettorali. Prima delle amministrative, Castelfidardo e Loreto, così come Osimo, saranno interessate alle regionali di marzo. Il sindaco di Loreto Moreno Pieroni scenderà in campo nel centrosinistra, facendo a spallate con Dino Latini. Per questo ha cercato, e trovato, l’appoggio di Mirco Soprani, primo cittadino di Castelfidardo, che potrebbe lavorare e girare voti al collega lauretano. Nella città della fisarmonica sarà candidato alle regionali Valentino Lorenzetti, consigliere comunale del Pd: è lui l’uomo sulla quale dovrebbe puntare il partito nella Valmusone, assieme a Carmine Di Giacomo, sindaco di Camerano. Fra le opere pubbliche da sbloccare nel 2010, Castelfidardo aspetta l’ampliamento della strettoia delle Fornaci (avvio cantiere fine marzo), mentre dovrebbero concludersi a maggio gli interventi per il primo stralcio del restyling di Porta Marina. Entrambe le città dovrebbero essere interessate, entro fine 2010, dai primi interventi per il raddoppio della Valmusone e il by-pass Acquaviva-Squartabue.


CONSIDERATO CHE

Solidarietà Popolare è da sempre una Lista civica pura, tanto da farsene un vanto di fronte ai partiti, dichiarando di avere al proprio interno tutte le diverse anime del panorama politico italiano senza però mai appoggiare né l’uno né l’altro schieramento in quanto essere in disaccordo con la partitocrazia classica.


CONSIDERATO INOLTRE CHE

L’amministrazione regionale delle MARCHE, da sempre appartenente al centrosinistra, ha sempre dimostrato scarsa attenzione politica verso la nostra Città, tenendoci fuori da qualsiasi provvedimento migliorativo per la vita dei nostri concittadini e non occupandosi mai dei nostri problemi che oramai sono diventati cronici.

Basti pensare alla vicenda dell’Ospedale di Rete per rendersi conto di quanto questo territorio sia pesantemente ignorato da un Centro Sinistra sempre più “Anconacentrico”, autoreferenziale, clientelare e strutturato organicamente in funzione del solo fatto di mantenere il proprio potere e le proprie poltrone.

Potremmo parlare dell’Amministrazione del Comune di Ancona, dove è caduta una Giunta perché il sindaco è stato indagato per corruzione, le elezioni sono state rivinte dalla stessa coalizione politica con un candidato sindaco improvvisato e che attualmente è in crisi e a distanza di 6 mesi dalla vittoria non è riuscito ancora ad amministrare la città, con le dimissioni di tre assessori, da lui nominati, per incompatibilità.

CONSIDERATO CHE

Nemmeno un mese fa, questo consiglio comunale ha approvato l’ennesimo documento contro l’ennesimo provvedimento vessatorio ed arrogante nei confronti di questo territorio da parte della regione Marche che riguarda la decisione di autorizzare la costruzione di un rigassificatore a largo di Portorecanati senza chiedere nessun tipo di parere alle amministrazioni interessate dal suddetto provvedimento.

CONSIDERATE INOLTRE

Nulle e ridicole le possibili giustificazioni riguardo al sopracitato comunicato stampa, per le quali forse per contare di più a livello regionale si vuol salire sul carro del vincitore, senza considerare il fatto che il vincitore non vorrà portarsi in casa nessun elemento discordante dalla propria volontà politica e soprattutto che possa creare problemi futuri.

E’chiaro che una candidatura in seno alle liste di Centro sinistra di chi ha fatto battaglie contro il centrosinistra è l’ennesimo tentativo di prendere in giro l’elettorato con un vecchio modo di fare politica, facendo credere l’impossibile per realizzare solo le proprie ambizioni politiche.

IN VIRTU’ DEL FATTO

Che la politica, prima che interesse personale, debba essere interesse collettivo, ritenendo indispensabile perseguire questo interesse collettivo con la massima onestà intellettuale e coerenza politica

CHIEDO

A QUESTO CONSIGLIO COMUNALE

  • Di condannare l’azione politica dell’amministrazione regionale delle Marche
  • Di dichiarare pubblicamente la propria contraria volontà a qualsiasi tipo di appoggio a candidati che possono portare voti alla coalizione che appoggerà l’attuale Giunta Regionale
  • Di dichiarare qual è la natura politica della lista civica Solidarietà Popolare e se nel tempo è cambiata l’origine neutrale di questa Lista e se tutti i consiglieri sono d’accordo ad un eventuale mutamento di questa natura o eventuale appoggio di candidati al consiglio Regionale, che automaticamente comporterebbe un cambiamento dell’orientamento politico.



Marco Cingolani

Consigliere Comunale PDL


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-01-2010 alle 18:06 sul giornale del 12 gennaio 2010 - 1333 letture