utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Mercuri: \'Il Comune faccia qualcosa contro il grattacielo di san Marco\'

3' di lettura
3321

Ancora oggi Osimo è la città di San giuseppe da Copertino, della Lega del Filo d\'Oro, dell\'Accademia d\'Arte  Lirica e Corale: realtà di livello Internazionale che attraggono interessi e riferimenti qualificati ed importanti. Purtroppo però chi ci viene a trovare si imbatte in una sorpresa stridente con le aspettative: il nostro orribile grattacelo di zona San Marco!

Osimo è una delle quattro città più antiche delle Marche; le sue origini e la sua storia, veramente rispettabili, ci impegnano a mantenere un ruolo centrale e di riferimento non solo per ciò che riguarda la tradizione in generale, ma anche... per la cultura attuale e la politica, i valori morali, lo sviluppo tecnologico, la riceca artistica ed estetica.

Ancora oggi Osimo è la città di San giuseppe da Copertino, della Lega del Filo d\'Oro, dell\'Accademia d\'Arte Lirica e Corale: realtà di livello Internazionale che attraggono interessi e riferimenti qualificati ed importanti. Purtroppo però chi ci viene a trovare si imbatte in una sorpresa stridente con le aspettative: il nostro orribile grattacelo di zona San Marco!

Lo straniero che giunge per la prima volta nelle Marche resta stupito dall\'armonia del paesaggio, dalla scenografia pittorica delle campagne, dall\'accoglienza del clima e delle persone,...ma non può non notare a Osimo, già dalla lontananza, quel palazzotto che si erge a competere in altezza con l\'elegante campanile di San Marco. Sono certo, come è per me stesso, che tale fatto costituisca per tutti gli osimani come una ferita aperta che provoca dolore in tutte le occasioni...sono passati quasi cinquant\'anni, ma ancora io non mi ci sono abituato. Non è solamente un fatto estetico; si tratta come di un brutto e \"stonato\" biglietto da visita che ci rovina l\'immagine ed il sentimento.

Io ritengo che si debba intervenire per eliminare questo \"intoppo\" e penso che lo si possa fare anche con un complessivo vantaggio economico e sociale. Secondo me si potrebbe intervenire sull\'intera area compresa tra via Leopardi sopra, via Strigola sotto e via Andrea di Recanati di lato. Si tratterebbe di un intervento di risanamento, di riqualificazione e di ristrutturazione di tutta l\'area, e comporterebbe l\'integrazione di progetti differenti:


1)Abbattimento dell\'attico e degli ultimi due piani del grattacelo; non è escluso che possano rimanere gli ascensori in una struttura tipo torretta con belvedere; 2)Abbattimento a terra, quasi completo, dell\'area circostante compresa tra le tre vie; 3)Ricostruzione dell\'area abbattuta con il recupero(ed eventuale integrazione) anche della cubatura perduta dal \"grattacelo\". Nella ricostruzione si potranno realizzare almeno due ampi parcheggi con cento posti auto complessivi ed altri quattro/cinque piani ad uso abitativo e commerciale. L\'intera situazione viaria e commerciale dell\'area San Marco ne trarrebbe vantaggio ed in pratica tutto il Centro della città sarebbe come unificato, ingrandito e di pari dignità e qualità dei Servizi. Economicamente parlando penso che tra costo di abbattimenti e guadagno di ricostruzione si potrebbe anche andare in pareggio.

Comunque fosse, il nostro Comune potrebbe subentrare nei costi con almeno un milione di euro pur di realizzare l\'intera operazione: L\'impresa vale la spesa! Si tratta di una immagine che varrebbe un tale investimento perchè proietterebbe Osimo nel mondo di chi crede e vuole costruire un futuro per dare una coscienza ai propri concittadini.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-01-2010 alle 15:19 sul giornale del 04 gennaio 2010 - 3321 letture