utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

L.U.P.O: Presidio in piazza in solidarietà del popolo di Gaza

2' di lettura
2281

Mercoledì 30 dicembre, dalle ore 18.00 in piazza Boccolino ad Osimo, si terrà un presidio di sostegno alla marcia internazionale di solidarietà con la popolazione di Gaza, sottoposta ad un assedio da parte dell\'esercito israeliano, coadiuvato da quello egiziano ai valichi di Rafah.

L\'isolamento della popolazione civile della striscia di Gaza, tra i luoghi più densamente popolati del mondo, è stato decretato come una sorta di punizione collettiva per aver democraticamente eletto una dirigenza non gradita alle potenze imperialiste, Usa ed Israele in prima fila, ai quali si è accodata la subalterna politica estera dell\'Unione Europea.

Tali misure si sono irrigidite dopo la guerra scatenata da Israele nell\'operazione piombo fuso dello scorso anno che ha 1415 vittime oltre 5000 mutilati e feriti, provocando inoltre l\'avvelenamento dell\'ambiente per l\'uso di armi proibite, devastazioni e distruzione delle poche forme di sussistenza economica della popolazione, costretta a reperire le risorse indispensabili alla sopravvivenza attraverso i tunnel scavati alla frontiere egiziana.



La marcia si prefigge proprio di rompere l\'assedio almeno per il 31 dicembre proprio al confine egiziano per portare un attestato di solidarietà da oltre 42 paesi cui appartengono i circa 1500 partecipanti, tra i quali molti italiani e marchigiani. La nostra associazione che si è già recata 6 volte in missioni internazionali in Palestina, per ragioni contingenti non è riuscita stavolta ad inviare propri delegati, ma ha dato comunque un contributo di carattere politico e umanitario all\'iniziativa, partecipando anche alle operazioni di carico dei container e delle ambulanze al porto di Ancona, aiutando i volontari dell\'international solidarity movement.



Con il presidio vogliamo ricordare ai cittadini osimani che non hanno fatto mancare il loro interessamento negli anni passati, il dramma del popolo palestinese, costretto a vivere sotto occupazione e da profugo nelle proprie terre;

vogliamo sostenere questa iniziativa internazionale rendendo manifesta all\'opinione pubblica ed alle autorità nazionali ed egiziane - che stanno frapponendo pesanti ostacoli allo svolgimento della marcia e che stanno progettando la costruzione di un muro di acciaio per bloccare anche i tunnel- la nostra solidarietà insieme a quella di molte altre città italiane, solidarietà che si sta esprimendo in questi giorni anche con le innumerevoli email inviate all\'ambasciata egiziana (ambegitto@yahoo.com) perché sia consentito lo svolgimento della \"Gaza freedom march\" lasciando entrare a nella Striscia i volontari, ai quali si spera possano unirsi i palestinesi della Cisgiordania, provenienti dal valico di Herez, secondo il programma previsto.



Al presidio sarà presentata una mostra che evidenzierà le affinità tra l\'olocausto cui furono vittime gli ebrei nella 2° guerra mondiale ed il moderno olocausto palestinese, diffonderemo materiale informativo ecercheremo di collegarci con i partecipanti alla marcia in teleconferenza.

Lotta di Unità Proletaria Osimo



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-12-2009 alle 17:16 sul giornale del 29 dicembre 2009 - 2281 letture