utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Riderelli: \'Crocifisso, la radice della crisi è nei nostri cuori\'

3' di lettura
3912

La nostra è una crisi etica e morale e siamo in crisi perché siamo stupidi e ci siamo fatti corrompere. Il crocefisso l\'abbiamo lasciato sì alla parete, ma lo togliamo dal nostro cuore ogni giorno che votiamo per Barabba.

La crisi economica ha una matrice Finanziaria. L\'odio dilaga per colpa di siti come Facebook. La libertà è compromessa per colpa del Crocefisso. Quando si dice l\'onestà intellettuale! Ma partiamo con le domande.

Se dei pompieri fanno una rapina, invece di spegnere l\'incendio in banca: è colpa del corpo dei vigili del fuoco? Chiudiamo la caserma?

Se un prete commette un reato di pedofilia durante il catechismo, è colpa della Chiesa? Rinneghiamo il Vangelo?

Se un fondamentalista si fa esplodere al mercato, è colpa della Religione? Demonizziamo l\'Islam?

Se il telegiornale mi terrorizza quotidianamente con scene di violenza, mostrandomi a tutte le ore del giorno persone stuprate, squartate, ammazzate, se il palinsesto televisivo propone solo oscenità e superficialità, è colpa della tv?

Se depenniamo dai programmi che ci propongono tutti quelli che parlano di crimine, sesso, politichese e pubblicità, che rimane ad alimentare l\'amore e la conoscenza, il carosello?

I superpagati managers della finanza scommettono e continuano a scommettere con i nostri risparmi, invece di sostenere l\'economia reale: è colpa della finanza o di chi la dirige? E\' colpa dello Stato o di chi lo governa? Della legge o di chi la deve applicare? Della Chiesa o di chi non ascolta il Vangelo? Di Internet o di chi ne abusa?

La colpa non è mai delle cose, degli oggetti, di entità astratte, ma delle persone, del loro comportamento,della loro scarsa moralità, della nostra grande ignoranza.

Si da la colpa ad un organismo astratto, solo per non far pagare al colpevole del reato commesso.

Si allevano gli imbecilli con scuole colabrodo, programmi spazzatura, falsi miraggi, per dar loro ad intendere che oggi in borsa sono stati \"bruciati\" tanti miliardi, che l\'economia è una cosa ed il lavoro e la fatica sono un\'altra, che nostro Signore è morto dal freddo e per lo più inutilmente.

Dobbiamo migliorare questo \"clima di odio\", si inneggia in questi giorni: facciamo un bel patto democratico, diamo avvio alle riforme...

Poi si insultano come bestie nei talk show, nelle piazze, in parlamento, inscenando il solito squallido scaricabarile. E\' tutta colpa della politica, penserà la gente. ..

No. La colpa è anche nostra che li stiamo a sentire e diamo loro audience, che non sappiamo riconoscere i veri Esempi. La nostra è una crisi etica e morale e siamo in crisi perché siamo stupidi e ci siamo fatti corrompere. Il crocefisso l\'abbiamo lasciato sì alla parete, ma lo togliamo dal nostro cuore ogni giorno che votiamo per Barabba.

Che ognuno di noi si concentri sui propri peccati, sulle proprie responsabilità, piccole o grandi che siano, e non cerchi capri da sacrificare per evitare di guardarsi dentro. Prepariamoci al dialogo e al perdono, l\'odio non è mai una risposta, è solo un virus.

Isoliamolo prima di un\' epidemia!


Marco Riderelli



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-12-2009 alle 13:39 sul giornale del 21 dicembre 2009 - 3912 letture