utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Dal Mozambico la testimonianza degli osimani Anna e Fausto Giuliodori

2' di lettura
2085

Fausto e Anna  sono due nostri concittadini osimani che hanno deciso di lasciare la loro confortevole casa  per l'ignota terra  del Mozambico. Testimoni di vita,  che stanno lasciando una traccia indelebile della loro infaticabile operosità in questa remota terra dell'Africa, all'insegna della generosità e dell'altruismo.

Sembra impossibile ma è già passato un anno da quando Anna ed io siamo giunti in Mozambico e mi sembra giusto farvi avere un breve bilancio di questa esperienza. Tutto nuovo dalla lingua al "lavoro" e quindi tantissime situazioni da affrontare con curiosità e prudenza, sempre pronto a riconoscere i tantissimi errori di approccio ad una realtà così diversa da quella normalità a cui mi ero abituato in tanti anni di vita.

L'Africa è....tante volte ho provato a dare una definizione a chi mi chiedeva, ma per pudore e per rispetto mi sono sempre trattenuto dal dare risposte. Dove la natura è incontaminata questa terra è bellissima. Il problema per me è stato subito la gente, i miei fratelli africani, i bambini. Il contrasto fra il mondo occidentale e questo mondo mi rendevano intollerabili certe situazioni di degrado della dignità della persona aggravato dal senso di impotenza tanto immani erano e sono i problemi.

Forse l'età e le passate esperienze mi hanno aiutato man mano ad aggiustare il tiro ed a perfezionare il modo di intervenire nelle situazioni che mi si proponevano. All'inizio ho parlato di bilancio ma non voglio fare somme. Devo dire che ho conosciuto tante persone a cui voglio bene e che mi vogliono bene, con cui ho condiviso preoccupazioni e gioie ed a cui ho cercato di collaborare mettendo a disposizione le esperienze di una vita e la vita mi ha insegnato a fare il marito, il padre, il figlio, il fratello e questo cerco di fare. Mi ha insegnato anche a essere imprenditore, muratore, elettricista, geometra e tante altre cose e quindi tutte le volte che mi penserete qui in Africa potrete vedermi nelle mie normali attività.

Vi voglio far conoscere qualcuno dei miei nuovi amici per cui allegherò a questi scritti alcune foto. Vi abbraccio e vi saluto





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-11-2009 alle 19:10 sul giornale del 21 novembre 2009 - 2085 letture