utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > SPORT
comunicato stampa

Basket: la sfida tra Fortitudo e Futura termina 69 a 72

4' di lettura
1212

Nella cornice del pala fornaci di Castelfidardo senti scorrere la voglia di prenderti 2 punti dai cugini, quelli che conosci bene, e, che proprio per quel motivo sono quelli che più vuoi battere.Va in scena con queste condizioni il derby della Picciona come lo definirebbe qualcuno, l\' ormai ultraclassica del campionato di promozione.

Quando arrivi alla partita con i polsi tremanti per l\'adrenalina, ti rendi conto che quella che stai per affrontare non è la classica partita di basket che impegna le serate dei venerdì invernali di tutti noi.

Nella cornice del pala fornaci di Castelfidardo senti scorrere la voglia di prenderti 2 punti dai cugini, quelli che conosci bene, e, che proprio per quel motivo sono quelli che più vuoi battere.

Va in scena con queste condizioni il derby della Picciona come lo definirebbe qualcuno, l\' ormai ultraclassica del campionato di promozione.

Gli osimani portano a casa una partita di voglia, pur sbagliando 18 liberi.

Fortitudo e Futura si incontrano in una partita ufficiale dopo 2 amichevoli precampionato equamente divise, la prima in favore dei Fidardensi, sia nel punteggio che nel gioco, e la seconda invece agli osimani in entrambi gli aspetti.

Dopo un riscaldamento teso e concentrato si alza la palla a 2 davanti ad un folto pubblico (50 persone circa).

Coach Salomoni manda in campo il seguente quintetto: Pigliapoco D, Polenta, Leoni, Carnevali e Ghergo.

Nelle fasi iniziali della gara è l attacco a farla da padrone, le formazioni pur difendendo duramente non riescono a sporcare le percentuali degli avversari. Il primo periodo di gioco procede sul filo dell equilibrio con vantaggi che non superano mai i 4 punti, per terminare 21-20 per i padroni di casa.

Nel secondo quarto le cose non cambiano con le due formazioni che riescono a trovare la via del canestro con regolarità, anche qua nei primi minuti del periodo la partita si gioca sul filo dell\' equilibrio, almeno fino a 4 minuti dalla fine dove la Futura riesce a portarsi sul più 4. Negli ultimi 2 minuti però i Fortitudini impongono un parziale devastante di 10-0 grazie al contropiede firmato da Camilletti.

Si chiude il primo tempo sul 40-35.

Al rientro dall\' intervallo la futura migliora deve aumentare l\' intensità difensiva.

Il maggiore sforzo messo in campo dai giallo blu non produce però grandi risultati, le altissime percentuali Fortitudine non scendono, tenendo la partita sul filo dell\' equilibrio per tutta la durata del 3° periodo che si conclude sul 55-50.

Nell\' ultimo periodo di gioco, la Futura mette in campo tutta la volontà che la contraddistingue, rendendo impossibile prendere un tiro facile alle stelle bianconere. Il quintetto formato da Pigliapoco D., Polenta, Leoni, Campanelli, Carnevali riesce ad imporre un ritmo tutto nuovo alla gara. Le palle recuperate trasformate in triple da Pigliapoco D e Polenta ricuciono lo strappo.

Negli ultimi minuti Pigliapoco L. e Leoni tolgono dal campo il duo di stelle Bianconere Zambelli-Leonardi con una difesa degna di serie superiori.

La Fortitudo dal canto suo non molla su nessun pallone, riuscendo a resistere all\' onda d\' urto giallo-blu. Ad un minuto dalla fine la Futura con un tripla del solito Polenta si portava sul più 4, e, dopo uno 0 su 2 dalla lunetta di Leoni, Trillini segna in contropiede per il meno -2. Sulla rimessa Leoni subisce di nuovo fallo, 1-2 questa volta, e, a sei secondi dalla fine la Fortitudo ha la palla in mano per il pareggio. Monaci si prende la responsabilità di un tiro da 3 punti in corsa che non tocca nemmeno il ferro. La Futura si aggiudica l\' incontro per 69-72.

Da sottolineare la buona prestazione dell\' ex Accorroni.

Tabellini:

Fortitudo:

Camilletti S. 10, Monaci 12, Ludovici 9, Camilletti M. 8, Criminesi 2, Leonardi 7, Zambelli 7, Bedeschi 3, Trillini 7, Bontempi 4.

Futura:

Accorroni 6, Pigliapoco L. 8, Carnevali 5, Campanelli, Leoni 7, , Polenta 23, Canalini 3, Pieroni, Ghergo 3, Pigliapoco D. 17 ,

Andrea Ghergo



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-11-2009 alle 16:32 sul giornale del 17 novembre 2009 - 1212 letture