utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

A Natale arriva la Macchina del Tempo

4' di lettura
1099

Fotografie e parole per rivivere 50 anni di storia osimana. Abbiamo fatto insieme un salto nel passato, con gli occhi del presente. Per tutti noi innamorati di Osimo, è stata l\'occasione per vivere un\'emozione da conservare nel tempo. Vicoli e botteghe, una diversa conformazione delle case e delle strade, il trambusto un tempo caratteristico di alcuni angoli della città, l\'attività frenetica delle donne in abiti diversi da quelli attuali.

Anche per me c\'è stata la macchina del tempo ... Il nostro è solo un passaggio nel grande flusso della vita, un breve spazio temporale che a volte ci presenta conti molto salati da pagare, banco di prova davanti al quale ci troviamo nudi, senza fronzoli e confezioni tanto cari a questo tempo. Ci accorgiamo allora che la vita non va vissuta superficialmente, ma alla ricerca di valori veri, lasciando una traccia del nostro difficile percorso, che sia spunto di riflessione per quanti verranno dopo. Questo in fondo il senso del nostro lavoro, che nasce da modesti calendari: non dimenticare l\'umile quotidianità del passato, perchè da quella veniamo e, pur nei suoi limiti, può ancora farci pensare. Abbiamo messo a fuoco tanti cambiamenti, che hanno contraddistinto questo ultimo mezzo secolo, senza alcuna presunzione di essere esaurienti o di mettere sulla bilancia il giudizio, ma attenti conoscitori del nuovo costume di una comunità di provincia: come è cambiato il territorio, il popolo che ci vive dentro, la famiglia, le istituzioni, la comunicazione e i suoi mezzi. Visti cinquant¹anni fa, molte di queste trasformazioni potevano sembrare utopia, ma in questo ultimo mezzo secolo l\'uomo ha corso più che negli altri. Ma ha saputo scoprire anche un nuovo senso della vita o preferisce navigare nella superficialità del benessere materiale? Siamo certi che esso ci possa bastare? Forse questo l¹interrogativo di fondo che percorre tutta la nostra ricerca. Vorrei esserci tra cinquant¹anni per saper quale risposta avrà saputo dare la \'macchina del tempo\' e come la realtà del domani saprà confrontarsi con questa analisi di oggi.

Antonio Scarponi



Abbiamo fatto insieme un salto nel passato, con gli occhi del presente. Per tutti noi innamorati di Osimo, è stata l\'occasione per vivere un\'emozione da conservare nel tempo. Vicoli e botteghe, una diversa conformazione delle case e delle strade, il trambusto un tempo caratteristico di alcuni angoli della città, l\'attività frenetica delle donne in abiti diversi da quelli attuali. La Osimo dei decenni scorsi, fatta di tradizioni, cultura e folclore è ritornata a vivere magicamente su queste pagine, per la gioia di chi l\'ha vissuta direttamente e anche per quella di coloro che, più giovani, hanno avuto così un\'occasione importante di gettare l\'occhio su realtà cittadine, di cui aveva solo sentito parlare. Un viaggio nel tempo, per il quale, ne sono certo, i nostri giovani e i nostri anziani non hanno dovuto fare alcuno sforzo di fantasia per ritrovarsi proiettati nella realtà di una vita in parte scomparsa, fatta di angoli caratteristici, di mestieri antichi, di scuole, di aie, di luoghi che alcuni avranno ricordato ancora con nostalgia. Un viaggio da sfogliare, nella realtà fissata da tanti scatti fotografici effettuati da appassionati, antenati e contemporanei, accompagnato da testi che hanno colto acutamente la misura del cambiamento, sottolineando costumi e problematiche vecchie e nuove. Un lavoro questo di notevole portata culturale frutto di una sinergia tra immagine e parola, che ci invita a riflettere, oltre che a sognare. E¹ un grande piacere, poterlo condividere con quanti sanno apprezzare anche la quotidianità della storia.



il Sindaco

Stefano Simoncini



A volte la macchina del tempo gira pagina bruscamente e dolorosamente. Oggi assieme ai problemi di cambiamenti epocali, ci troviamo ad affrontare una crisi che mina alle basi le nostre strutture economiche e ci fa tremare. Così, rivolgendo lo sguardo ad un passato ormai decantato dalle tensioni e dai problemi che ci hanno fatto soffrire, possiamo farci intenerire dalla nostalgia del \'buon tempo antico\'. In realtà i bilanci devono essere fatti più a freddo e allora ci accorgeremo che il mondo, pur tra mille contraddizioni, è andato avanti varso un progresso straordinario.


Certamente la macchina del tempo ci ha portati ad una problematica globalizzazione, l\'economia arranca, la politica delude, il relativismo azzera le nostre certezze. Ma l\'uomo non è uomo se non trova soluzione ai suoi problemi, come ha sempre fatto nella sua storia, come hanno fatto gli uomini della vecchia Osimo, che compaiono in questa straordinaria galleria del passato e che certo non sono vissuti in un mondo idilliaco. L\'Uomo sa pensare e mettere a frutto i suoi errori, questa la sua forza. La nostra città è ricca di cultura, di una formazione civile e una capacità imprenditoriale che si è fatta sempre più capillare e le può consentire di reggere all\'urto. Di qui deve partire, rimboccandosi le maniche, facendo tesoro della sua identità migliore. Questo il messaggio che ci viene da \'La macchina del Tempo\', un lavoro impegnativo che con raro equilibrio sa mettere a fuoco la realtà di ieri e di oggi e che, in straordinaria sintesi tra immagine e parola, ci offre tanti spunti di riflessione. Ringrazio sentitamente quelli che hanno collaborato alla sua realizzazione e con tanta passione e competenza hanno saputo rendere questo servizio alla comunità.


Dino Latini




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-11-2009 alle 16:02 sul giornale del 14 novembre 2009 - 1099 letture