PD Osimo: \'I risultati di 10 anni di Liste Civiche all\'Astea\'

2' di lettura 09/11/2009 - La politica più che decennale della Liste Civiche sull\'Astea basterebbe da sola a dare contemporaneamente il senso  della confusione e della spregiudicatezza con cui esse governano la città.

La politica più che decennale della Liste Civiche sull\'Astea basterebbe da sola a dare contemporaneamente il senso della confusione e della spregiudicatezza con cui esse governano la città.

Basti elencare per sommi punti ciò che in questi anni è stato fatto:


*Gestione dissennata con continui cambi di direzione all\'interno del Cda, anche ogni sei mesi, producendo discontinuità e perenne precarietà nell\'organismo. E ciò sempre per sistemare amici o punire nemici, mai in funzione di una crescita della Spa

*Totale incapacità di dialogare con il Comune di Recanati, verso il quale anche di recente sono state rivolte accuse pesanti

*Perdita della rappresentanza osimana all\'interno dell\'ATO (Ambito Territoriale Ottimale) pur di allontanare un avversario politico, con conseguenze estremamente negative per quanto attiene alla depurazione delle acque, alle opere di regimazione idraulica e agli investimenti nel territorio del Musone

*Rischio di perdita della maggioranza per il controllo dell\'azienda: dopo la prima colossale vendita, si è avviato un indirizzo politico-amministrativo per la vendita di un ulteriore 20% di Astea che riduce la quota capitale dal 39% al 19% con la seguente conseguenza: se il socio privato si alleasse con gli altri comuni, Osimo perderebbe immediatamente la maggioranza

*Probabilissimo avvicendamento ai vertici politici del Cda di figure di dubbia professionalità che rischierebbero di gettare la Spa in un futuro ancora peggiore di quello appena trascorso. Per di più la stessa figura andrebbe a rivestire il ruolo di presidente e amministratore delegato

*Estrema politicizzazione dell\'azienda, aggravata con la delibera dell\'ultimo Consiglio Comunale in cui è stata data delega al Sindaco di poter modificare lo Statuto di Astea Spa e di istituire un Comitato dei sindaci dei comuni soci in aggiunta al Cda della Spa stessa.


Come sempre c\'è da aspettarsi il peggio, a meno che gli osimani inizino a pensare seriamente a smentire la fiducia all\'asse Latini-Simoncini &C.


Partito Democratico Osimo






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-11-2009 alle 17:42 sul giornale del 10 novembre 2009 - 2825 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, partito democratico, astea, liste civiche, pd, argentina severini





logoEV