utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
articolo

Menichelli: \'Influenza A, un sorriso invece della stretta di mano\'

1' di lettura
1988

edoardo menichelli

Influenza A: la paura del contagio spinge il Rettorato della Santa Casa di Loreto a eliminare acquasanta, distribuzione delle ostie consacrate \'in manum\', e la tradizionale stretta di mano. L\'arcivescovo Menichelli promuove così un nuovo e forse più profondo segno di pace: \"sorridete al vostro vicino\".


L\'incubo dell\'influenza A contagia anche quelle che sono le nostre abitudini quotidiane o tradizionali. Una per tutte, il gesto del darsi la mano in segno di pace durante la Messa. Via l\'acqua benedetta dalle acquesantiere e stop alla distribuzione delle ostie consacrate dalla mano del sacerdote alla bocca del fedele.


Queste le disposizione del rettore della Basilica della Santa Casa di Loreto nel timore che il quotidiano e cospicuo flusso di pellegrini che interessa il santuario Mariano possa essere veicolo di diffusione del virus.


In questo clima di paura, l\'arcivescovo monsignor Edorado Menichelli promuove un nuovo e forse più profondo segno di pace: \"Sorridete al vostro vicino\", questa la sua esortazione durante la messa nella Chiesa del Sacro Cuore. \"Un modo per collaborare affinchè la diffusione del virus non aumenti. Non certo una medicina - ha detto il presule- ma un invito rivolto ai fedeli, ai quali lasciamo assoluta libertà di comportamento\".



edoardo menichelli

Questo è un articolo pubblicato il 09-11-2009 alle 17:08 sul giornale del 10 novembre 2009 - 1988 letture