utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > CULTURA
comunicato stampa

Agugliano: cinema d\'autore con Lino Capolicchio

2' di lettura
1935

L\'associazione di volontariato culturale La Guglia onlus promuove una serata dedicata al cinema d\'autore: oggi venerdì 6 novembre alle ore 21 al Cinema Ariston di Agugliano, proiezione del film \"Il diario di Matilde Manzoni\" di Lino Capolicchio, alla presenza del regista che, a seguire, parteciperà a un dibattito sul cinema contemporaneo (ingresso libero).

 

Nell\'ambito delle varie attività culturali che da diversi anni promuove nel territorio, l\'associazione di volontariato La Guglia onlus invita a una serata di cinema d\'autore oggi venerdì 6 novembre alle ore 21 al Cinema Ariston di Agugliano, in compagnia dell\'attore e regista Lino Capolicchio (ingresso libero). Il programma dell\'iniziativa, promossa in collaborazione con il Comune di Agugliano, la Mediateca comunale \"Giamagli\" di Polverigi e il Csv, prevede dapprima la proiezione del film \"Il diario di Matilde Manzoni\" di Capolicchio, che racconta la storia dell\'ultima figlia dello scrittore Alessandro Manzoni, e a seguire un incontro-dibattito dedicato al cinema contemporaneo, tra passato, presente e futuro, al quale, oltre a Capolicchio, parteciperanno il direttore editoriale della Mediateca regionale Stefano Schiavoni, il giornalista Rai Giancarlo Trapanese, l\'attore e autore Antonio Lovascio, il sindaco di Agugliano Sauro Lombardi e l\'assessore comunale alla cultura Aroldo Berardi.


Lungometraggio del 2002, \"Il diario di Matilde Manzoni\", racconta la vicenda umana di Vittoria e Matilde, figlie del celebre scrittore Alessandro Manzoni, ma mentre Vittoria appare più forte e coraggiosa, Matilde, la più giovane dei figli, è emotiva e fragile, sempre ignorata e bistrattata dal padre, che le nega attenzioni e affetto, rivelandosi un uomo cinico e distante, anche di fronte a lei morente. Il film, scelta piuttosto \"controcorrente\" per il panorama cinematografico italiano degli ultimi anni, ha tra gli interpreti lo stesso Capolicchio, Ludovica Andò e Corinne Clery.


Attore, doppiatore e regista italiano, Lino Capolicchio esordisce professionalmente negli anni \'60 al Piccolo teatro di Milano con Giorgio Strehler, e poi sbarca sul piccolo schermo con un piccolo ruolo nello sceneggiato Rai \"Il conte di Montecristo\". Passa poi al cinema con ruoli importanti in diversi film, fino al successo e la visibilità ottenute come protagonista de \"Il giardino dei Finzi-Contini\" di Vittorio De Sica, premio Oscar come migliore film straniero. Dopo aver lavorato con Carlo Lizzani, scopre una proficua collaborazione con Pupi Avati, con cui girerà diversi film. Da fine anni ottanta invece, lavorerà saltuariamente al cinema e alla Tv, dedicandosi soprattutto al teatro e all\'insegnamento dell\'arte drammatica ed esordendo come regista cinematografico nel 1995 con \"Pugili\" e proseguendo nel 2002 con \"Il diario di Matilde Manzoni\".



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-11-2009 alle 14:52 sul giornale del 06 novembre 2009 - 1935 letture