Simoncini (SlT): \'Caro Matteo, la paura fa novanta!\'

2' di lettura 15/10/2009 - Nel tuo post sul sito del Pd, dal titolo \"Il traghettatore\" attacchi Dino Latini sull\'intesa con la Regione Marche in merito alla salvaguardia del Ss. Benvenuto e Rocco, accusandolo di essere pronto ad ogni capriola politica di fronte alla prospettiva di una poltrona da consigliere regionale.

Caro Matteo, a me pare, leggendo il tuo ultimo articolo, che tu stia perdendo lucidità di giudizio (ammesso che l\'abbia mai avuta! Si scherza, ovviamente).

Nel tuo post sul sito del Pd, dal titolo \"Il traghettatore\" attacchi infatti Dino Latini sull\'intesa con la Regione Marche in merito alla salvaguardia del Ss. Benvenuto e Rocco, accusandolo di essere pronto ad ogni capriola politica di fronte alla prospettiva di una poltrona da consigliere regionale.


Con questa affermazione, dimostri di essere ormai fuori da ogni senso logico, accecato come sei dal livore nei confronti di Dino Latini e del Comune di Osimo, retto dalle Liste Civiche. Infatti, quando il Comune litiga con la Regione per difendere gli interessi della popolazione osimana, vai all\'attacco e dici che non va bene; e quando il Comune trova punti di convergenza con la Regione e chiude positivamente un importante accordo, dici che non va bene lo stesso, perché in cambio sono state svendute precedenti battaglie. Dimostri così di essere talmente preso dal dover solo e sempre criticare Dino Latini, le Liste Civiche e il Comune di Osimo qualunque cosa facciano, che non ti sei accorto di essere clamorosamente caduto in contraddizione con te stesso. Evidentemente, dopo tre sonore batoste elettorali, la paura di Dino Latini e delle Liste Civiche fa novanta, tanto da indurti a una cecità che ti porta ad attaccare perfino le posizioni e gli accordi sottoscritti in sede regionale da esponenti molto più autorevoli di te del tuo stesso partito.


Sul merito della questione, cioè sul valore dell\'accordo con la Regione, voglio sottolineare solamente che la politica non sempre è fatta dal raggiungimento del risultato ottimale; talvolta, infatti, può andare bene anche accettare ciò che è opportuno in relazione ai tempi e alle congiunture. Nel caso specifico, è chiaro che per noi un\'altra scelta sarebbe stata migliore, ma questo accordo ha il grande merito di legittimare il fatto che oltre a Torrette, anche l\'area Ancona Sud ha diritto a una propria identità sanitaria di livello adeguato.


Stefano Simoncini






Questo è un articolo pubblicato il 15-10-2009 alle 12:33 sul giornale del 16 ottobre 2009 - 3125 letture

In questo articolo si parla di osimo, stefano simoncini, liste civiche, dino latini, matteo biscarini, pd





logoEV