utenti online

Sinistra e Libertà: le esigenze della Zona Aspio-Musone non siano merce di scambio

1' di lettura 28/08/2009 - La questione della rappresentanza istituzionale della Zona Aspio-Musone sollevata durante la Festa Democratica è diventata l\'occasione per avanzare richieste e proporre scenari fantapolitici.

La questione della rappresentanza istituzionale della Zona Aspio-Musone sollevata durante la Festa Democratica è diventata l\'occasione per avanzare richieste e proporre scenari fantapolitici. Se il PD di Osimo e Offagna, infatti, fosse solo interessato a promuovere uno dei suoi rappresentanti locali ad Assessore Provinciale, farebbe bene a chiedere ad uno degli attuali assessori democratici di dimettersi e di lasciare un posto, prima di chiedere la nomina dell\'ennesimo assessore PD. Se l\'intento, invece, fosse quello condiviso anche dal Circolo osimano di Sinistra e Libertà di dare maggior voce alla nostra area e di migliorare la collaborazione con gli Enti Sovracomunali, l\'unica soluzione sarebbe quella di affrontare con tutti i partiti della maggioranza provinciale questo problema, come già prospettato dalla Presidente Casagrande. In tale ottica, aggiunge l\'on. Luigi Giacco \"Sarebbe opportuno che nessuno si sentisse assessore in pectore come Stefano Gatto che, appena eletto sindaco di Offagna, già pensa a fare l\'Assessore Provinciale\". Alle Liste Civiche, poi, è bene di ricordare che è fin troppo comodo dettare condizioni e parlare di scelte condivise e che non è nemmeno opportuno commentare la promessa/minaccia del loro ingresso in maggioranza provinciale.


Circolo di Sinistra e Libertà Osimo


Federica Franchini, Gruppo Consiliare Sinistra e Libertà






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-08-2009 alle 14:51 sul giornale del 28 agosto 2009 - 2125 letture

In questo articolo si parla di rifondazione comunista, politica, liste civiche, pd, libertà, federica franchini, Sinistra





logoEV
logoEV