Brandoni (PRC): \'Si fermi il peggiore dei vizi della politica italiana: il trasformismo\'

1' di lettura 28/08/2009 - Mentre anche oggi numerose aziende della nostra regione avanzano nuove richieste di cassa integrazione o preannunciano licenziamenti, candidati in pectore alle prossime elezioni regionali e loro portavoce di varia fatta si agitano alla ricerca di assessorati imminenti e candidature future.

Sorprende e sconcerta l\'autismo che un certo mondo politico mostra rispetto ai problemi gravi che la quotidianità sociale segnala. Così, mentre anche oggi numerose aziende della nostra regione avanzano nuove richieste di cassa integrazione o preannunciano licenziamenti, candidati in pectore alle prossime elezioni regionali e loro portavoce di varia fatta si agitano alla ricerca di assessorati imminenti e candidature future. Nascono comitati di sostegno a questo o a quello, si favoleggia di liste del Presidente infarcite di vecchi/nuovi volti. Spicca tra tutti l\'ex sindaco di Osimo Dino Latini, più sgusciante di un\'anguilla e cangiante di un camaleonte. Sarebbe bene che dalle forze politiche del centrosinistra uscissero chiari, netti, definitivi segnali di diniego a operazioni che rimandano al peggiore dei vizi della politica italiana: il trasformismo. Fermare questo balletto, magari ricordando l\'ammonimento di un grande pensatore della politica italiana Francesco Guicciardini : “Non si possono far le congiure sanza compagnia d\'altri, e però sono pericolosissime; perchè, essendo la più parte degli uomini o imprudenti o cattivi, si corre troppo pericolo ad accompagnarsi con persone di simile sorte.”


Giuliano Brandoni
Capogruppo del PRC in Consiglio regionale

da Gruppo consiliare Rifondazione Comunista – Sinistra Europea




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-08-2009 alle 18:08 sul giornale del 28 agosto 2009 - 844 letture

In questo articolo si parla di rifondazione comunista, giuliano brandoni, prc, dino latini, pd





logoEV