utenti online

Liste civiche: Antonelli raccontala giusta

Palazzo Comunale di Osimo 1' di lettura 23/08/2009 - \"Replichiamo alle affermazioni del Segretario osimano del Pd Romeo Antonelli solo per quel che riguarda il suo passaggio sulle elezioni provinciali del 2007. E gli ricordiamo che ad aprire la guerra nel 2005, attribuendoci strumentalmente posizioni su discarica e Scuola San Sabino e poi addirittura promuovendo un ricorso dal Buttari contro il Comune di Osimo, furono proprio gli uomini del Centrosinistra, oggi Pd (con in testa il Sindaco Pd di Offagna Stefano Gatto e il coordinatore Pd di Osimo Romeo Antonelli)\".

Così come non dimentichiamo le affermazioni del dr. Bernardini che prometteva con certezza la realizzazione dell’Ospedale per il 2005, bollando le Liste Civiche di essere contro Regione e Asur senza motivo. In questi frangenti, risultava a tutti evidente che l’allora Margherita stava con un piede in Maggioranza pretendendo posti, oboli e impegni ben precisi e con l’altro all’opposizione, progettando il suo futuro contro le Liste Civiche. Di fronte a ciò, non potevamo certo farci uccidere in silenzio da chi si riteneva l’imbattibile furbetto del quartierino politico osimano e invece è poi stato sconfitto pesantemente sia a livello giudiziario, che amministrativo, che elettorale.



Quanto alla presenza in Consiglio Provinciale, fin dal 2007 noi delle Liste Civiche avevamo deciso la turnazione del nostro consigliere. Al coordinatore del Pd – che ogni volta sembra andarsela a cercare – diciamo quindi di pensare ai problemi di casa sua, senza tirare sempre in ballo le Liste Civiche. Se il Pd osimano fosse stato più forte a livello elettorale, il consigliere provinciale lo avrebbe preso e l’assessore avrebbe potuto pretenderlo. Ma evidentemente il risultato è stato particolarmente deludente, così come quello delle Comunali 2009…






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-08-2009 alle 17:49 sul giornale del 24 agosto 2009 - 2421 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, liste civiche, palazzo comunale di osimo





logoEV
logoEV