utenti online

x

SEI IN > VIVERE OSIMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

Comune di Osimo: \'Scuola, Le famiglie di San Sabino pazientino ancora\'

2' di lettura
1467

Per l\'Asilo Nido Collefiorito necessari lavori: i bambini vanno necessariamente trasferiti presso altra struttura idonea e sicura, al momento riscontrabile solo nella nuova Scuola San Sabino. Alle famiglie di San Sabino, che già da anni sono ben ospitate nel Comprensorio Fornace Fagioli, si chiede di pazientare ancora, sapendo che  la collocazione dei loro figli avviene all\'interno di una struttura a norma e assolutamente adeguata.

La nuova struttura realizzata per ospitare la Scuola Infanzia San Sabino verrà consegnata all\'Istituto Comprensivo di competenza per l\'anno scolastico 2010-2011. Nessuna consegna formale dell\'immobile è stata fatta all\'istituzione scolastica ed anzi, in più occasioni, si era anticipata la volontà dell\'Amministrazione Comunale di effettuare interventi sugli asili nido Collefiorito e Culla Verde. Si tratta di due strutture costruite negli anni \'80, che col passare del tempo, nonostante gli interventi di manutenzione sempre assicurati, mostrano carenze strutturali che richiedono interventi più importanti.


Per l\'Asilo Nido Collefiorito è prevista anche una ristrutturazione con ampliamento del numero dei posti; si tratta di un intervento per il quale anche la Regione Marche ha stanziato un cospicuo contributo finanziario. L\'opera è pertanto irrinunciabile e improcrastinabile e i bambini da zero a tre anni cui l\'Amministrazione Comunale assicura il servizio, vanno necessariamente trasferiti, per tutta la durata dei lavori, presso altra struttura idonea e sicura, al momento riscontrabile solo nella nuova Scuola San Sabino.


Completato tale intervento, sarà la volta dell\'Asilo Culla Verde a essere ospitato a San Sabino. In questo modo si riuscirà nell\'anno scolastico 2010-2011 ad avere completamente rinnovati i tre plessi. Alle famiglie di San Sabino, che già da anni sono ben ospitate nel Comprensorio Fornace Fagioli, si chiede di pazientare ancora, sapendo che la collocazione dei loro figli avviene all\'interno di una struttura a norma e assolutamente adeguata.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-08-2009 alle 15:04 sul giornale del 17 agosto 2009 - 1467 letture