Castelfidardo: studente di 16 anni muore per una emorragia interna

1' di lettura 14/08/2009 - E\' morto a soli 16 anni Pietro Paolo Pepa, ucciso da una emorragia interna. Sconvolta la città di Portorecanati dove il ragazzo risiedeva con la famiglia.

E\' morto a soli 16 anni Pietro Paolo Pepa, ucciso da una emorragia interna. Sconvolta la città di Portorecanati dove il ragazzo risiedeva con la famiglia. Una tragedia improvvisa, un\'agonia cominciata quanto lunedì mattina di ritorno da una partita a beach volley con amici il giovane ha accusato uno strano e forte dolore al torace, tra spalla e scapola, sembrerebbe a causa di un colpo ricevuto durante il gioco. Un salto in ospedale a Loreto, del ghiaccio per curare la contusione e il consiglio di fare esami più approfonditi. Poi la morte, martedì scorso, verso le ore 12.30, a Torrette di Ancona, prima di sottoporsi a una tac di controllo. I primi esami autoptici del medico legale Loredana Buscemi hanno rilevato la presenza di una lesione traumatica all\'emitorace sinistro, possibile causa dell\'emorragia. La procura di Macerata (titolare dell’indagine il pubblico ministero Cristina Polenzani) ha aperto un’inchiesta per accertare eventuali responsabilità. Il ragazzofrequentava il secondo anno del Liceo tecnologico di Castelfidardo. Viene ricordato come un giovane molto intelligente, iperattivo e brillante. Tra le sue passioni, la pallacanestro, sport che però aveva dovuto abbandonare a causa di diversi infortuni. Nel pomeriggio di giovedì si sono svolti i funerali celebrati dal vescovo di Macerata Claudio Giuliodori.







Questo è un articolo pubblicato il 14-08-2009 alle 18:33 sul giornale del 14 agosto 2009 - 1720 letture

In questo articolo si parla di cronaca, michela sbaffo, castelfidardo, loreto, recanati, porto recanati, claudio giuliodori, torrette di ancona





logoEV