Basket: rivoluzione calendari, caos in A dilettanti

3' di lettura 10/08/2009 - Tutto da rifare in ottica calendari, dato che il reinserimento dei marchigiani comporterà un turno di riposo per ogni squadra, sfalsando le date del campionato. (probabile inserimento di un secondo turno infrasettimanale, oltre a quello del 6 gennaio). La Fip sembra aprire uno spiraglio alla Lnp ed è probabile che i due organi si siedano al medesimo tavolo prima di ferragosto per ricominciare il dialogo interrotto bruscamente nelle ultime settimane.

E\' sempre più ingarbugliata la situazione in serie A dilettanti: mentre tutti gli addetti ai lavori si interrogano sulla solidità economica della Fortitudo Bologna e di patron Sacrati (in cerca di rilancio con una campagna acquisti faraonica per la categoria), la commissione giudicante della Fip, primo grado della giustizia sportiva, ha dato parere positivo alla riammissione della Robur Osimo dopo che la stessa federazione ne aveva sancito la doppia retrocessione in serie C dilettanti in favore della Fortitudo Bologna (estromessa dalla Lega2 assieme a Livorno per gravi inadempienze economiche).

Quanto possa avere avuto peso il duro comunicato emesso dalla Lnp dopo la riunione di Roma di sabato scorso, non è dato sapere: la realtà odierna parla di 29 squadre ammesse a giocare la serie A dilettanti che a questo punto avrà un girone composto da 15 squadre (il girone A, quello del Basket Brescia Leonessa).

Tutto da rifare in ottica calendari, dato che il reinserimento dei marchigiani comporterà un turno di riposo per ogni squadra, sfalsando le date del campionato. (probabile inserimento di un secondo turno infrasettimanale, oltre a quello del 6 gennaio). La Fip sembra aprire uno spiraglio alla Lnp ed è probabile che i due organi si siedano al medesimo tavolo prima di ferragosto per ricominciare il dialogo interrotto bruscamente nelle ultime settimane: non sarà facile trovare un punto d\'incontro, ma è ormai chiaro che la Lnp non desidera ingerenze da parte della federazione e rivendica la propria indipendenza.

IL BASKET BRESCIA nel frattempo non vuole farsi trovare impreparata all\'arrivo del nuovo campionato: nonostante il no ricevuto dalla Pinti Inox come potenziale primo sponsor della compagine cittadina, il team del vicepresidente Franchini, forte anche di nuove sponsorizzazioni minori, mette a segno un colpo importante: alla corte di coach Adriano Furlani arriva il giovane play-guardia di 191 cm Niccolò Petrucci, romano classe 89, in forza l\'ultima stagione a Bassano del Grappa (B dilettanti). Si tratta di uno dei play più promettenti del basket italiano, dotato di una faccia tosta non indifferente nonostante la giovane età. A questo punto, considerando il sicuro inserimento dei gemelli d\'oro del basket bresciano (Davide e Sandro Marelli), il mercato del Basket Brescia Leonessa può considerarsi definitivamente chiuso. Ieri la Fip ha comunicato il nuovo accoppiamento di Coppa Italia, in virtù dei ripescaggi avvenuti nei giorni scorsi: il Basket Brescia incontrerà la Tezenis Verona invece della Co.Mark Treviglio, con gara d\'andata il 2 settembre in casa (probabilmente a Gussago o Montichiari, visto che il San Filippo sarà pronto qualche giorno dopo) e ritorno il 6 settembre al Palaolimpia di Verona.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-08-2009 alle 17:27 sul giornale del 10 agosto 2009 - 1169 letture

In questo articolo si parla di basket, sport