utenti online

PD diviso al voto: scintille nell\'ultima riunione di Consiglio prima della pausa estiva

2' di lettura 05/08/2009 - PD diviso al voto. L\'ultima seduta di consiglio comunale prima della serrata estiva si chiude con un strappo interno all\'opposizione, protagonista Simone Pugnaloni (PD) che vota fuori dal coro un emendamento da lui firmato assieme a Dino Latini (Slt) e Damiano Pirani (PDL).

PD diviso al voto. L\'ultima seduta di consiglio comunale prima della serrata estiva si chiude con un strappo interno all\'opposizione, protagonista Simone Pugnaloni (PD) che vota fuori dal coro un emendamento da lui firmato assieme a Dino Latini (Slt) e Damiano Pirani (PDL). Nodo della contesa, la variante al piano di lottizzazione Co.Im. srl, in via San Gennaro, giunta all\'adozione definitiva. L\'area, a destinazione commerciale, è quella dove sorge ora il market Lidl, e la delibera, su richiesta del lottizzante, va ad aumentarne la superficie edificabile. L\'emendamento congiunto Latini-Pirani-Pugnaloni chiede di rimando che la Co.Im. proceda all\'assunzione delle opere di asfaltatura di via Fagioli, via Benvenuto e Rocco, via S.Gennaro, alla sistemazione dell\'incrocio tra via Guazzatore e Marco Polo, alla manutenzione della fonte di S. Gennaro e che si continui a lavorare alla risoluzione dei problemi della viabilità locale in concertazione con gli uffici comunali preposti.


Paola Andreoni (capogruppo PD) ha presentato i propri dubbi, che riguardano tanto la forma della delibera quanto il contenuto: \"Solo ora, in sede di adozione definitiva, si va a stralciare e rivisitare una convenzione già firmata. Solo oggi ci si accorge che la variante deve comportare un onere per il lottizzante. Non è tardivo? Non solo, ma si va ad ampliare la potenzialità edificatoria di un\'area già provata dal punto di vista viario.\" Al momento di votare l\'emendamento il gruppo PD più Federica Franchini (Sinistra per Osimo) ha votato contro, e così anche a delibera emendata. Pirani e Pugnaloni hanno votato con la maggioranza. Quest\'ultimo nel suo intervento ha dichiarato: \"Il mio è un voto a titolo personale e nell\'intenzione di fare del bene alla collettività.\" Andreoni, interpellata, commenta: \"Pugnaloni si è lasciato trascinare dall\'entusiasmo e dall\'inesperienza. Non può rappresentare sé stesso in consiglio. Verificheremo ora se prendere provvedimenti.\"






Questo è un articolo pubblicato il 05-08-2009 alle 23:55 sul giornale del 06 agosto 2009 - 2576 letture

In questo articolo si parla di consiglio comunale, politica, paola andreoni, su la testa, dino latini, pd, pdl, sala gialla, Damiano Pirani





logoEV