utenti online
SEI IN > VIVERE OSIMO > POLITICA
comunicato stampa

Liste Civiche: Sala Gialla, \'Legittimità e inciuci\'

2' di lettura
1817

Noi eravamo pronti, come sempre, a garantire una nomina alle opposizioni nel rispetto delle regole; sarebbe bastato che le opposizioni avessero indicato uno dei tanti nominativi che avevano fatto domanda nei termini.

La verità sulla candidatura fuori termine e fuori rispetto delle regole del dottor Attilio Marin a revisore, voluta pervicacemente in barba alle normative procedurali da tutta l\'opposizione di Centrodestra e Centrosinistra, evidenzia ancora una volta l\'inciucione che esiste da tempo a Osimo tra Pdl e Pd. Non a caso, Marin - uno dei supporters più convinti della campagna della Andreoni - è cognato del candidato a Sindaco Pdl Luciano Secchiaroli e commercialista del consigliere comunale Pdl Damiano Pirani.

Noi eravamo pronti, come sempre, a garantire una nomina alle opposizioni nel rispetto delle regole; sarebbe bastato che le opposizioni avessero indicato uno dei tanti nominativi che avevano fatto domanda nei termini. Invece, poichè le opposizioni si sono attaccate al principio che le regole valgono solo quando le devono rispettare gli altri, di nuovo la capogruppo Paola Andreoni ha portato tutti al ridicolo politico, facendo fare una figura barbina anche a chi, come Simone Pugnaloni, avendo già vissuto da assessore l\'esperienza della nomina dei revisori, è stato costretto ancora una volta a cambiare bandiera.

Senza dimenticare che la procedura applicata è esattamente quella voluta nel 1996 dalla amministrazione di Centrosinistra presieduta dal sindaco Niccoli; e ciò, di per sé, rappresenta una totale sconfessione delle tesi oggi sostenute dal Centrosinistra in Consiglio.

Sarebbe bastato attenersi alla procedura voluta dal Centrosinistra e il revisore di area Centrosinistra - ad esempio il dr. Marco Morroni, che poteva essere rieletto - sarebbe stato regolarmente nominato.

Gruppo Consiliare

Liste Civiche



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-07-2009 alle 17:26 sul giornale del 24 luglio 2009 - 1817 letture